spaziohoreca
Home Approfondimenti Rubriche Edicola Riflettori su Normativa Vetrine Fiere e Manifestazioni Osservatorio Comunicati Agenda Lavoro
 
Hotels
Ristoranti
Bar e Caffé
 
Nome   
 
Città, Regione, Prov.   
Ricerca Avanzata »
www.bargiornale.it www.pianetahotel.it
Normativa » Dettaglio Articolo

La somministrazione di alcolici e superalcolici

Per quanto riguarda la somministrazione di alcolici e superalcolici, i riferimenti normativi sono molteplici, di seguito tutti quelli che si devono conoscere per non "violare" la legge.
Il Codice Penale:
- all’art. 689 vieta la vendita per asporto e la somministrazione di alcolici a minori di anni 16, a persone che appaiano affette da malattia di mente e a persone che si trovino in condizioni di manifesta deficienza psichica a causa di altra infermità. In proposito il Ministero dell’Interno con la nota 557/P.S.A. 3854.I2000A del 24 marzo 2009 ha chiarito che il divieto non riguarda la sola somministrazione, ma anche la vendita per asporto e pertanto le bevande alcoliche non possono essere consegnate nemmeno in confezioni a chi ha meno di 16 anni. Mentre la Corte di Cassazione, con la pronuncia n. 27706 del luglio 2011, ha precisato che “nella previsione normativa del reato di somministrazione di bevande alcoliche a minori o infermi di mente (art. 689 c.p.), non rientra solo il titolare
dell’esercizio, ma anche chi, in maniera legittima o abusiva, gestisce per lui l’esercizio”, fissando, quindi la regola per la quale “chi somministra alcolici ai minori, pur non essendo il titolare del locale, risulta pienamente responsabile”.
- all’art. 691 vieta la somministrazione di bevande alcoliche a persone in stato di manifesta ubriachezza.


Il Testo Unico di Leggi di Pubblica Sicurezza (T.U.L.P.S.):
- all'art.18 vieta la somministrazione al minuto di bevande alcooliche come prezzo di scommessa o di gioco;
- all'art. 188 stabilisce che i minori di anni 18 non possono essere adibiti alla somministrazione al minuto di bevande alcooliche negli esercizi pubblici.


Legge 29 luglio 2010, n. 120 “Disposizioni in materia di sicurezza stradale”.
In ordine temporale è l’ultima norma che è intervenuta a disciplinare soprattutto gli orari di somministrazione delle bevande alcoliche al fine di tutelare la sicurezza sulle strade. Le misure adottate non sono nuove ma integrano, modificano o estendono quelle precedenti.
In particolare:
- i titolari e gestori degli esercizi muniti della licenza prevista dai commi primo e secondo dell'articolo 86 del TULPS (Rd n. 773/31), ivi compresi gli esercizi ove si svolgono,con qualsiasi modalità, spettacoli o altre forme di intrattenimento e svago, musicali o danzanti (trattasi di tutti i pubblici esercizi ove, indipendentemente dallo svolgimento di intrattenimenti, si vendono e somministrano bevande alcoliche e superalcoliche, fra i quali bar, ristoranti, alberghi ed esercizi ricettivi in genere, stabilimenti balneari);
- chiunque somministri bevande alcoliche o superalcoliche in spazi o aree pubblici;
- i circoli gestiti da persone fisiche, da enti o da associazioni devono interrompere la vendita e la somministrazione di bevande alcoliche e superalcoliche alle ore 3 e non possono riprenderla nelle tre ore successive, salvo che sia diversamente disposto dal Questore in considerazione di particolari esigenze di sicurezza;
- i titolari e i gestori degli esercizi di vicinato (quelli in cui la superficie di
vendita è inferiore ai 250 mq) devono invece interrompere la vendita per asporto di bevande alcoliche e superalcoliche dalle ore 24 alle ore 6, salvo che sia diversamente disposto dal questore in considerazione di particolari esigenze di sicurezza.
L’inosservanza di queste disposizioni comporta una sanzione amministrativa pecuniaria da 5.000,00 a 20.000,00 euro e, nel caso di contestazione nell’arco di un biennio di due distinte violazioni dei suddetti divieti, la sospensione dell’attività da 7 a 30 giorni secondo la valutazione dell'autorità competente.
Tuttavia, questi divieti non si applicano alla vendita e alla somministrazione di bevande alcoliche e superalcoliche effettuate nella notte tra il 31 dicembre e il 1° gennaio e nella notte tra il 15 e il 16 agosto.
Inoltre è obbligatorio mettere a disposizione dei clienti un etilometro, oltre ad esporre le tabelle sugli effetti del consumo di alcol, per tutti i titolari e gestori dei locali che proseguano la propria attività oltre le ore 24, a prescindere dallo svolgimento di intrattenimenti, pena una sanzione amministrativa pecuniaria da 300,00 a 1.200,00 euro.


Disposizioni particolari riguardano poi:
- le aree di servizio autostradali:
per le quali vige il divieto di vendita per asporto di bevande superalcoliche dalle ore 22 alle ore 6, la cui violazione è punita con la sanzione amministrativa pecuniaria da 2.500 a 7.000 euro, e il divieto di somministrazione di bevande superalcoliche, nonché la somministrazione di bevande alcoliche dalle ore 2 alle ore 6, la violazione è punita con la sanzione amministrativa pecuniaria da 3.500 euro a 10.500 euro. In caso di reiterazione, nell'arco di un biennio, di (anche) una delle violazioni delle disposizioni di cui sopra, il prefetto territorialmente competente in relazione al luogo della commessa violazione disporrà la sospensione della licenza relativa alla vendita e somministrazione di bevande alcoliche e superalcoliche per un periodo di trenta giorni;
- i titolari e gestori di stabilimenti balneari muniti della licenza di pubblica
sicurezza di cui all’art. 86 del TULPS i quali sono autorizzati a svolgere nelle ore pomeridiane, e comunque non prima delle ore 17 e non oltre le ore 20, particolari forme di intrattenimento e svago danzante, congiuntamente alla somministrazione di bevande alcoliche, in tutti i giorni della settimana, nel rispetto della normativa vigente in materia e, ove adottati, dei regolamenti e delle ordinanze comunali.


 


                                                                 Avv. Camilla Fiore

« indietro
 
Copyright © 2006-2011 Spunto Srl - Tutti i diritti riservati Annunci | Newsletter | Links | Chi Siamo | Chi Siamo | Disclaimer | Job Opportunities | Contattaci | Pubblicità