Bonus assunzioni Sud

Bonus assunzioniBonus assunzioni confermati anche per tutto il 2017, (Bonus garanzia Giovani – Bonus Assunzioni Donne – Bonus assunzione Lavoratori over 50 – Bonus assunzioni Lavoratori in CIGS e Naspi – Bonus Giovani genitori), con la nuova Legge di Bilancio è stato introdotto un nuovo incentivo “Bonus assunzioni Sud”, che consente ai datori di lavoro di beneficiare dello sgravio contributivo per quelli che assumeranno giovani tra i 15 e i 24 anni e over 25 disoccupati da almeno 6 mesi.
Tale misura, gestita dall’INPS, si pone come obiettivo la lotta alla disoccupazione nel SUD Italia.
Le imprese che hanno sede presso le Regioni “meno sviluppate”: Basilicata, Calabria, Campania, Puglia e Sicilia, e quelle nelle Regioni “in transizione”: Abruzzo, Molise e Sardegna, avranno diritto ad una agevolazione contributiva per le assunzioni con contratto subordinato a tempo indeterminato o in caso di trasformazione a tempo indeterminato di un rapporto a tempo determinato.
Il valore di tale agevolazione è pari alla contribuzione previdenziale a carico del datore di lavoro, con esclusione di premi e contributi dovuti all’INAIL, nel limite massimo di 8.060 euro annui per lavoratore assunto.
È bene precisare che l’incentivo è riconosciuto anche per le assunzione a tempo indeterminato con orario part-time, ma in tal caso il contributo di € 8.060 euro dovrà essere riproporzionato all’orario ridotto.
Attenzione perché l’incentivo non è cumulabile con altri incentivi previsti sia di natura economica che contributiva; l’unica eccezione prevista è per il contratto di apprendistato.
I datori di lavoro per richiedere il suddetto bonus, devono assumere esclusivamente lavoratori disoccupati, come nuova assunzione, con i seguenti requisiti:
1. i lavoratori devono, in forma telematica, attraverso l’ANPAL, Agenzia Nazionale Politiche Attive Lavoro, dichiarare la propria immediata disponibilità allo svolgimento di attività lavorativa e alla partecipazione alle misure di politica attiva del lavoro, concordate con il Centro per l’impiego;
2. essere giovani di età compresa tra i 15 anni e 24 anni;
3. oppure lavoratori con più di 24 anni d’età privi di impiego regolarmente retribuito dal almeno 6 mesi o che hanno svolto per lo stesso periodo attività lavorativa in forma autonoma o parasubordinata con reddito inferiore al reddito annuale escluso da imposizione fiscale;
4. il lavoratore da assumere con il Bonus assunzioni Sud, non deve aver avuto un rapporto di lavoro a tempo indeterminato negli ultimi 6 mesi con lo stesso lavoratore;
5. l’assunzione non deve essere obbligatoriamente prevista per motivi di legge (esempio, a seguito di un verbale ispettivo)
Per poter accedere al Bonus assunzioni Sud i datori di lavoro dovranno inoltrare all’Inps, in modalità telematica, un’istanza preliminare di ammissione. Dovranno essere indicati i dati relativi all’assunzione effettuata o da effettuare entro il termine stabilito; le richieste verranno evase secondo l’ordine cronologico. Entro i sette giorni successivi all’approvazione dell’istanza da parte dell’INPS, il datore di lavoro deve procedere, qualora non l’abbia già fatto, all’assunzione del lavoratore. Entro dieci giorni dal ricevimento della comunicazione di assenso da parte dell’INPS, infatti, il datore di lavoro è obbligato a comunicare all’Istituto l’avvenuta instaurazione del rapporto di lavoro.

Paolo D’Arienzo
Consulente del Lavoro

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *