Fondi pensione

Fondi pensione, questi sconosciuti… Andiamo a valutare in maniera molto rapida i fondi pensione, poco chiara opportunità concessa dal Governo ai cittadini, che non è ancora stata apprezzata.

Fondi-pensioneI fondi pensione, nell’ordinamento giuridico italiano, sono gli strumenti tecnici, appartenenti al cosiddetto sistema pensionistico privato, individuati dal legislatore per garantire ai lavoratori una pensione complementare. Questa pensione va ad affiancare a quella che spetta per legge ed è erogata dagli enti previdenziali obbligatori.
I fondi pensione, sono dei prodotti previdenziali con i quali i lavoratori puntano ad ottenere una pensione complementare, da aggiungersi a quella erogata dagli Enti Previdenziali obbligatori. Pertanto il lavoratore con i versamenti di una quota di parte del salario, TFR, quote a carico del datore di lavoro, di fatto investe su prodotti finanziari-assicurativi, al fine di garantire una prestazione pensionistica aggiuntiva alla pensione contributiva erogata dagli istituti previdenziali (es. INPS).
La normativa ci offre una chiara nozione sulle prestazioni di un fondo pensione. La prestazione di un fondo pensione è l’erogazione di una rendita aggiuntiva alla pensione, di cui l’aderente al fondo beneficia all’atto del pensionamento; sono previste comunque, a seconda delle condizioni contrattuali del fondo pensione sottoscritto, delle facoltà per farsi liquidare il capitale in un’unica soluzione, oppure il 50% come soluzione unica e l’altro 50% come rendita.
Per determinare l’ammontare della rendita o della liquidazione delle prestazioni, bisogna tener conto dei contributi versati, della durata contrattuale e dei rendimenti ottenuti dal patrimonio investito.
Attenzione perché il rischio economico è a totale carico degli aderenti al fondo pensione.
In un articolo de Il Fatto Quotidiano del 06/05/2014, ritroviamo degli utili consigli per non sottoscrivere un fondo pensione alla cieca.
Ricordate, prima di sottoscrivere un fondo pensione, è opportuno leggere tutte le condizioni contrattuali, conoscere il rischio finanziario, comparare l’investimento con altre tipologie di prodotti finanziari che il mercato offre, ed infine consultate sempre un consulente di fiducia.

Studio di Consulenza
Paolo D’Arienzo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *