L’APE

Con l’APE sono state introdotte nuove regole reltive all’assoggettabilità imposte di registro

L’attestato di prestazione energetica degli edifici  c.d. APE , introdotto dal D.L. n. 63/2013 convertito nella legge n. 90 del 3 agosto 2013,  ha sostituito l’attestato di certificazione energetica degli edifici (c.d. ACE). La nuova disposizione normativa stabilisce che l’attestato di prestazione energetica  deve essere allegato al contratto di compravendita, all’atto di trasferimento di immobili a titolo gratuito, ovvero ad un nuovo contratto di locazione, pena la nullità di tali atti.  Quindi l’APE non è obbligatorio in caso di rinnovo o in caso di proroga di un precedente contratto di locazione.

L’Agenzia delle Entrate con la risoluzione n. 83/E del 22 novembre 2013 ha chiarito taluni aspetti impositivi per quel che concerne l’APE, in merito all’imposta di bollo e  all’imposta di registro.

 

 

In particolare l’Agenzia chiarisce che per quel che concerne l’imposta di registro  in base al disposto normativo vigente, la richiesta di registrazione di un atto vale anche per gli allegati allo stesso; quindi essa non è dovuta per i documenti che costituiscono parte integrante dell’ atto.

 In considerazione di ciò, coloro che sono tenuti alla registrazione di un contratto di locazione presentano in allegato l’attestazione di prestazione energetica, senza dover pagare l’imposta di registro sull’attestazione.  Tuttavia nel caso in cui in una data successiva alla registrazione del contratto di locazione, venga presentato autonomamente l’APE per la registrazione, in tal caso l’imposta di registro è dovuta nella  misura di € 168,00.

L’Agenzia ha anche chiarito gli effetti nel caso di mancato presentazione dell’APE inerente un determinato contratto. In tal caso l’imposta di registro è dovuta a prescindere dagli effetti circa la validità di tale atto.

Per quel che concerne l’imposta di bollo, qualora l’attestazione di prestazione energetica sia allegata in originale, ovvero in copia semplice l’imposta di bollo non è dovuta. Se tuttavia l’APE è allegata in copia con dichiarazione di conformità all’originale rilasciata da un pubblico ufficiale, l’imposta è dovuta nella misura di € 16 per ogni foglio.

L’Agenzia delle Entrate ha così  chiarito i dubbi impositivi di tale nuova certificazione energetica degli edifici.

 

                                                                          Dott.ssa Giovanna Napolitano

                                                                            Studio di consulenza Paolo D’Arienzo

 

Per porre domande o quesiti scrivi una mail all’indirizzo: studiodarienzopa@libero.it