Lo stage

Un utile strumento per la crescita professionale in un’ottica aziendale

In un  momento in cui l’attenzione principale delle Aziende, potrebbe essere direzionata sostanzialmente all’organizzazione del lavoro, tentando di abbassare costi ed ottimizzare i ricavi, il sentir parlare di investimenti  in capitale umano,  potrebbe suonare come un argomento un tantino arduo da discutere. Invece, il capitale umano, rimane uno degli aspetti fondamentali per l’ Azienda  che mira ad una riorganizzazione ed un riassetto della propria struttura.

 

Argomento interessante potrebbe essere quello direzionato alla formazione, intesa come un momento di crescita professionale per le risorse umane e viceversa un investimento utile e proficuo per le Aziende che mirano nel breve e medio termine ad una concreta e decisiva implementazione del capitale  umano. Si sente spesso parlare di STAGE, ma ancora  si tende a non attribuirgli il giusto valore.   

                  

Lo stage può essere fondamentale per i giovani, che in un momento di abbassamento dell’indice delle assunzioni, possono concentrarsi sulla formazione, ed è proprio in momenti come questo che potrebbe essere interessante rivestire i panni dello stagista.

Lo stage permette una formazione sul campo, una vera full immersion nella realtà aziendale, capace di formare una risorsa in modo concreto, impartendo non solo argomentazioni teoriche, ma soprattutto  pratiche, tanta buona pratica, utile e necessaria per una crescita professionale.                                                                            

Per l’attuazione di uno stage è necessario una convenzione tra un Ente promotore del tirocinio ed un soggetto ospitante, ovvero l’Azienda, il tutto corredato da un progetto formativo per lo stagista. Lo stage prevede l’individuazione di un tutor aziendale ed un monitoraggio anche da parte dell’Ente promotore, utile ad individuare i progressi ed il percorso di crescita professionale intrapreso dallo stagista. Molteplici possono essere gli Enti promotori cui rivolgersi, basta una semplice richiesta, per l’attuazione di uno  stage, quali ad esempio, Centri per l’Impiego,  Università, Provveditorati agli studi, Istituzioni scolastiche,  Enti autorizzati alla promozione della formazione,  ecc. ecc.  

                                                             

La durata di uno stage varia dai 4 ai 24 mesi a seconda, sia della condizione occupazionale che scolastica del tirocinante ed inoltre  non costituisce rapporto di lavoro, ed in conseguenza di ciò non è prevista una retribuzione, né una contribuzione, ma il soggetto ospitante può erogare allo stagista un compenso quale rimborso per le spese sostenute.   

 

Necessario è assicurare lo stagista contro gli infortuni sul lavoro presso l’Inail,  oltre che con idonea compagnia assicuratrice, per la responsabilità civile verso terzi ed ogni altra attività prevista nel progetto formativo.          

In ogni modo lo stage risulta utile come strumento per l’acquisizione di pratica ed esperienza professionale, ottimo per un giovane che vuole proiettarsi nel mondo del lavoro ed utile per le Aziende, in quanto consente di acquisire informazioni, impressioni e valutazioni su giovani in vista di future assunzioni.

 

Dott. Rega Simone

Human Resources

                                                                 simone.rega@hr-paghe.it