Convivio Troiani, qualità certificata

Convivio Troiani decide di garantire la qualità dei suoi piatti e di certificarsi con lo standard riconosciuto dall’IMC “Conosci il tuo pasto”.

 

Angelo Troiani quarantatreenne di origini marchigiane, chef patron del ristorante stellato Convivio Troiani, da sempre espressione di una cucina  dinamica che fa delle cotture a basse temperature e dell’uso del sottovuoto una sua caratteristica insieme alla certosina ricerca dei migliori prodotti del territorio italiano fa un passo ulteriore ed estremamente importante verso il raggiungimento della qualità dei suoi piatti scegliendo di certificarsi con lo standard “Conosci il tuo pasto”, riconosciuto dall’Istituto Mediterraneo di Certificazione di Senigallia (Ancona), accreditato a livello internazionale che attesta la qualità, l’origine e i metodi di produzione degli alimenti assegnando un ruolo primario ad alimenti e materie prime a marchio Dop e Igp.

In pratica Troiani che da sempre ha preferito le materie prime da agricoltura biologica, l’acquisto diretto presso piccoli produttori,  gli allevamenti e la pesca sostenibili  arrivando addirittura ad eliminare il tonno rosso e il pesce spada dalla carta facendosi promotore delle ricette salva-tonno promosse dalla campagna di Greenpeace, nella preparazione dei suoi piatti prenderà in considerazione solo prodotti a marchio Dop o Igp provenienti de filiere corte che ne valorizzino l’origine e i metodi di produzione compatibili con l’ambiente e la tradizione culinaria italiana.

E’ lo stesso Troiani a sottolineare la filosofia che è alla base della sua scelta: “Da sempre utilizziamo prodotti di altissima qualità e siamo sensibili alla questione del biologico prestando massima attenzione alla scelta dei fornitori, nonché all’utilizzo di tecniche di cottura sane ed equilibrate. Oggi scegliamo di fare ancora un passo in avanti andando a sigillare l’impegno portato avanti in questi anni valorizzando, da una parte, l’agricoltura biologica e biodinamica, dall’altra il consumatore come parte attiva e consapevole. Per noi questa scelta va addirittura oltre la semplice certificazione biologica, è un impegno ancora più grande per cui il protagonista principale non è più la ricetta, ma il prodotto utilizzato”.

Passione, rispetto delle tradizioni, conoscenza delle tecniche di conservazione e cottura, esasperata ricerca di materie prime da agricoltura biologica e a chilometri zero gli hanno permesso di ottenere la certificazione raggiungendo i tre galletti, il massimo del punteggio,  e le due foglie verdi per la performance ambientale.

Una scelta importante quella di Angelo Troiani, che anche se deve considerarsi una vera e propria rarità, il Convivio Troiani è infatti il primo ristorante stellato italiano ad ottenere tale certificazione, può essere la base per una vera e propria rivoluzione nel panorama della ristorazione professionale italiana e degli stellati, una rivoluzione che dovrebbe portare ad una cucina che abbini l’eccellenza della cucina alla biosostenibilità degli ingredienti.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *