John e Sam Crowl sono i vincitori del Gelato World Tour di Rimini

Il Mandorla affogato degli australiani John e Sam Crowl conquista il titolo di “World’s Best Gelato”; gli altri gradini del podio sono appannaggio di gelatieri  nostrani, al secondo posto si piazza il Cuor di brontolo di Francesco Mastroianni e al terzo il Cuor di nocciola di Alessandro Lancierini.

E’ di qualche settimana fa la “scenetta” di Matteo Renzi, che si faceva fotografare mentre gustava un delizioso gelato, scelto tra i gusti che proponeva un classico carretto dei gelati, fatto arrivare apposta per l’occasione (con tanto di brand riconoscibile) nel cortile di Palazzo Chigi. Ovviamente non si trattava di una voglia improvvisa e irresistibile del Premier, ma un modo, tutto suo, per promuove il “Made in Italy” e quei gelati italiani che sono i più buoni del mondo. Sicuramente al nostro Premier non sarà andato giù che il Gelato World Tour di Rimini, abbia visto trionfare un gelato australiano. World’s Best Gelato è risultato infatti il gusto Mandorla Affogato un gelato alla vaniglia del Madagascar variegato con mandorle al caffè tostate e caramellate, caffè del Kenya e salsa di caramello salato, realizzato da John e Sam Crowl (rispettivamente padre e figlio) di “Cow and the Moon – Gelato/Coffee/Dessert Bar” di Sydney. In realtà anche questo successo ha, potremmo dire, le sue radici nel Made in Italy infatti John Crowl dopo aver studiato da pasticciere ha deciso di dedicarsi al gelato, formandosi in Italia in una gelateria a nord di Milano per fare esperienza e poi ritornare in Australia e iniziare il proprio business. Nel 2006 ha aperto la propria rete di gelaterie con cui ha vinto numerosi premi. Al momento, Cow and the Moon ha il titolo di Champion Gelato of the Australian Grand Dairy Awards conseguito nel 2013. Nel 2014 ha vinto il premio come “Champion Gelato” and the “Most Successful Gelato Exhibitor” al Sydney Royal Dairy & Cheese.

Il giudizio finale si è basato sul voto di tre giurie: pubblico, gelatieri in gara che erano a loro volta chiamati a esprimere giudizi sui gusti realizzati e una giuria formata da sessanta membri suddivisa a sua volta in ‘tecnica’, formata da gelatieri, e ‘stampa’ composta da giornalisti e operatori dei media, le degustazioni sono durate oltre 4 ore. Ogni giuria esprimeva un proprio giudizio che pesava  in percentuali diverse per concorrere a formare il punteggio finale.

Secondo classificato è il gusto Cuor di Brontolo di Francesco Mastroianni, “Il Cantagalli” di Lamezia Terme in provincia di Catanzaro, mentre al terzo posto si è classificato il gusto Cuore di Nocciola di Alessandro Lancierini “Gelateria fiore” di Suzzara in provincia di Mantova.

Quasi in estasi John Crowl:” Ringraziamo di cuore gli organizzatori del Gelato World Tour, siamo orgogliosi di aver mostrato al mondo che anche chi non è italiano ma studia con dedizione e poi lavora con impegno e passione può creare gelati artigianali d’eccellenza”.

A prescindere dalla vittoria di un “gusto straniero”, la manifestazione organizzata da Sigep – Rimini Fiera e Carpigiani Gelato University con il supporto di Ifi, Mec3 e Parmalat è stata un vero successo che ha fatto registrare numeri da record. Nel week end della manifestazione sono stati consumati settantamila coppette e quarantamila miniconi, per un totale di seimilacinquecento chili di gelato per la cui produzione sono serviti 730 chili di ingredienti e 5000 litri di latte. I gusti sono stati frutto della maestria e soprattutto della fantasia dei ventiquattro gelatieri arrivati nella capitale della riviera da tutto il mondo. I gusti più apprezzati?  Ovviamente quelli classici della tradizione italiana mandorla, caffè, pistacchio e nocciola.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *