Novità: arrivano le treehouse

Si stanno diffondendo un po’ in tutto il mondo le “vacanze sugli alberi”, cioè la possibilità di alloggiare in camere provviste di ogni comfort fra i rami di piante secolari . L’opportunità di estraniarsi dal resto del mondo circostante, non più in senso metaforico ma concretamente, ritagliandosi uno scampolo di tranquillità assoluta tra foreste, boschi e giungle proprio come Tarzan e Jane.

        

Anche l’Italia ha la sua treehouse. È situata in provincia di Viterbo, precisamente a Tuscania, a due passi dal lago di Bolsena. Si tratta de “La Piantata” un’azienda agrituristica che, accanto a 4 camere matrimoniali, 3 appartamenti di due vani e angolo cottura, piscina e un centro d’equitazione, per 300 euro per due a notte offre la possibilità di dormire in una suite tra gli alberi a sei metri da terra, con letto a baldacchino, circondata da nove querce e prati di lavanda. L’iniziativa segue un filone che si sta affermando con notevole successo nell’intero pianeta. Infatti si stanno diffondendo con notevole velocità le strutture di accoglienza che costruiscono sospesi fra cielo e terra ambienti dove poter ospitare turisti in cerca di distensione e isolamento. In definitiva sembra proprio il desiderio di appartarsi il più possibile dalla routine quotidiana la molla che fa preferire la casa tra gli alberi a quella sulla terraferma. L’esigenza appare comune a paesi con diverse culture e tradizioni. Troviamo, perciò, alberghi che propongono alloggi di questo tipo in tutti e cinque i continenti. A partire dal Sudafrica, dove nella foresta Tsitsikamma è collocato il lussuoso Tsala Treetops Lodge un hotel cinque stelle che in aggiunta a veri e propri piccoli appartamenti sospesi nelle fronde, in legno pietra e vetro, offre deliziose mini piscine sistemate fra i rami, oltre a splendide escursioni giornaliere nella foresta. L’Australia si avvale del Daintree Ecolodge & Spa, vero e proprio villaggio composto di 15 alloggi appoggiati su lunghi pali di legno tra il fitto fogliame della giungla australe. Accanto al meraviglioso spettacolo naturale, dove angoli incantevoli di foresta si mescolano a ruscelli, piccole cascate, laghetti, e al contatto diretto con alcune tribù di aborigeni, l’hotel propone alla propria clientela una aggiornatissima spa in cui poter rigenerare mente, fisico e spirito. Un tuffo reale nella natura più selvaggia con tutti i comfort a disposizione, nel tentativo di ossigenare corpo e anima. In India si trova il Gree Magic Nature Resort, a 65 chilometri da Calcutta nel bel mezzo di una verdeggiante foresta pluviale, albergo composto da una serie di lodge collocati a 86 piedi da terra, edificati esclusivamente con materiali  ecologici. Assai più spartani di quelli australiani, ma anche maggiormente indirizzati a un pubblico attento anche agli aspetti etici di una vacanza nel cuore della natura, offrono alla clientela servizi essenziali e cibi biologici prodotti negli orti vicini in cui è severamente vietato l’utilizzo di fertilizzanti e prodotti chimici. Relax, trekking e birdwatching a 150 euro al giorno, pasti inclusi, per due. Decisamente per i più avventurosi il Chole Mjini hotel situato all’interno del Mafia Island Marine Park (822 kmq di superficie), la più grande area marina tutelata dell’Oceano Indiano  al largo di Zanzibar.  Sette treehouse, tutte a due piani, a disposizione dei sub che dopo le immersioni nella splendida riserva marina cercano pace e tranquillità per ritemprarsi. Si raggiunge in barca, ma non c’è molo e neanche l’elettricità. L’arredamento è ridotto al minimo, le compost toilette sono rudimentali e per fare la doccia è necessario maneggiare un  marchingegno in lamiera che contiene un bruciatore a cherosene. Una vera e propria avventura da naufraghi per 140 euro a persona . Anche l’Europa fa la sua parte. A cominciare dall’Hackspett Hotel, formato da una sola casa, nel parco di Västeras a pochi chilometri da Stoccolma. L’abitazione sospesa a 13 metri da terra è provvista anche di cucina, di una camera con bagno, un salottino con poltrone e un cannocchiale per guardarsi bene intorno (106 euro a persona). Chiudiamo questa veloce rassegna segnalando l’Orion B&B a Saint Paul de Vence, a un passo da Cannes in Costa Azzurra, dove è possibile soggiornare in quattro camere sugli alberi, dai nomi dei protagonisti del Libro della giungla di Kipling, collegate da ponticelli in legno, provviste di bagno e splendida terrazza sui rami (150 euro per due). È proprio il caso di dire che nel settore turistico si è creato un nuovo…ramo.  

 

 

                                                                            La redazione

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *