Quando il tessile fa la differenza

Nella gestione di una struttura alberghiera è fondamentale la cura dei dettagli, in quest’ottica è opportuno scegliere sempre prodotti tessili che siano espressione di qualità e stile.

 

Anche se fondamentalmente nascono tutti con il medesimo scopo, ogni struttura ricettiva, che si tratti di un piccolo B&B oppure di un lussuoso cinque stelle, in Italia sono tante, circa 33.900, per oltre un milione di camere e più di 2.252.000 posti letto, a volte per una forte caratterizzazione, a volte anche solo per piccoli particolari conserva sempre una propria identità, ha sempre uno stile tutto proprio. Ognuna di queste strutture quando ospita un cliente si impegna per offrire il meglio del “fuori-casa” cercando da un lato di far sentire a casa il proprio ospite dall’altro di lasciargli impresso un particolare, anche solo un accattivante dettaglio, così che ritorni presto  e volentieri, o si “limiti” a tesserne le lodi in un sempre molto gradito passaparola.

E se è indubbio che l’ospite si cattura soprattutto per la localizzazione geografica, per l’estetica della struttura e per la qualità del confort e del servizio proposto, si può e si deve lavorare anche su altri aspetti per conquistare un cliente.

Uno di questi è sicuramente una scrupolosa attenzione nella scelta del tessile, che non deve essere considerato un semplice strumento di lavoro come tanti altri, bensì un’opportunità da sfruttare per conquistare i propri clienti. Perché il tessile per una struttura ricettiva assume varie funzioni, è arredo, è un generatore di armonia ed un indicatore di qualità.

Il TESSILE è da sempre ciò che deve rispondere al tatto, oltre che alla raffinatezza semplice ma elegante di una struttura che “ospita”. E’ importante che il tessile sia scelto con cura e sia sempre “adeguato” ai momenti che l’ospite trascorre all’interno della struttura: una spugna poderosa in un bagno grande, un crespo leggero e di qualità, o un nido d’ape in un bagno più piccolo. Un lenzuolo raso rigato per una camera elegante, uno di cotone liscio per una camera più sobria.

Il letto e il bagno dovrebbero sempre essere bianchi, o quantomeno molto chiari, in segno di pulizia (che con i colori chiari è maggiormente garantita) ma anche eventualmente per dare risalto alle personalizzazioni, di solito logo o nome della struttura, ma soprattutto di QUALITA’! Infatti il puro cotone di un lenzuolo, o ancor di più il percalle di una federa, la morbida spugna di un ampio telo nel bagno renderanno sicuramente più piacevole la durata del soggiorno al nostro gradito ospite.

E poi la tavola: siamo in Italia, la terra delle belle stoffe, delle raffinatezze e dei jacquard, del San Leucio colorato e degli smerli: un tovagliato made in Italy non si dimentica! Ancor più se è cucito su misura per il tavolo, se è colorato in tono allo stile, se arreda il cocktail di benvenuto dei nostri ospiti: anche un tovagliolo raffinato fa la differenza!

È perché non donare al nostro ospite un tovagliolo jacquard colorato in luogo del classico biglietto da visita?

Tutto questo non deve però corrispondere ad una spesa importante per la struttura: il tessile ci deve accompagnare in ogni momento, alla buona qualità deve rispondere un prezzo veloce ed interessante, competitivo in modo da farci pensare anche ad un sistematico ricambio, oppure all’incremento delle scorte senza troppa preoccupazione.

Lo stile e l’adeguatezza di un buon tessuto deve essere affidato ad un fornitore tessile: un partner che con la sua esperienza sappia individuare le esigenze del proprio cliente nel target della ospitalità, che subito sappia soddisfarle e che prontamente risponda ad ogni richiesta è la scelta migliore per la determinazione del proprio “carattere” tessile.

Inutile dire che è importante scegliere, anche per acquisti online, fornitori affidabili, con una storia e tanta esperienza alle spalle.

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *