Quando la macchina da caffè diventa concept

Ambient&spresso realizza la Colosseum la macchina per il caffè espresso “totale” che si ispira ed evoca la maestosità del Colosseo.

Oggi tutti, grandi e piccoli, italiani e stranieri, sanno cos’è una macchina da caffè espresso.  Se se ne ricerca il significato sul web, proprio per i più pignoli, si legge che è un dispositivo per la preparazione meccanica del caffè funzionante a corrente elettrica. Nulla da obbiettare per carità, ma qualcosa da aggiungere… Oggi c’è chi riesce a considerare la macchina per il caffè espresso non solo uno strumento necessario per consentire al barista di servire un buon caffè, ma una vera e propria proposta progettuale necessaria a definire gli elementi fondamentali di un progetto e fornire le basi per la realizzazione dello stesso.

Parliamo di Ambient&spresso un’azienda napoletana nata da un’intuizione di  Antonio Nurri che dopo quasi 12 anni di  lavoro in un’azienda di macchine per il caffè espresso e caffè espresso in grani decide di far diventare realtà tutte quelle idee che gli erano balenate per la testa durante gli anni di lavoro nel mondo del caffè. E allora ecco che divide l’azienda in tre macro settori, il primo “dedicato” alle macchine per caffè espresso, il secondo al caffè espresso in grani, e il terzo “dedicato” al layout di coffee shop. Contemporaneamente cerca delle collaborazioni per ogni specializzazione avvalendosi di aziende e professionisti con la sua stessa voglia di rinnovare e innovare il mondo del caffè passando attraverso la migliore tradizione del Made in Italy. Nascono così delle macchine da caffè efficienti, pratiche, eleganti  che a prima vista sembrano degli oggetti di design… Fiore all’occhiello della produzione di Ambient&spresso è la Colosseum Concept, recentemente presentata a Host 2013. Parliamo di un progetto  che concretizza l’idea di spazio esistenziale in cui ogni oggetto contribuisce alla costruzione di un sistema di immagini dell’ambiente la cui proprietà fondamentale è quella pubblica, cioè  l’integrazione sociale. L’oggetto che aiuta a definire il carattere di questo interno è la macchina da caffè espresso, appunto la Colosseum. La struttura morfologica  della macchina che fa un chiarissimo  riferimento al Colosseo, riesce a determinare la forma di tutti gli elementi che costituiscono il bar, bancone e macchina da caffè, favorendo, inoltre, una percezione del fruitore di uno spazio architettonico molto dinamico per la sua natura geometrica. Un impianto circolare, invece, avrebbe connotato uno spazio equilibrato, ma staticamente percepito.  La scelta della forma nasce, anche dal forte impatto  che può avere nell’immaginario collettivo internazionale, il Colosseo infatti è il simbolo di Roma, ma al tempo stesso uno dei simboli dell’Italia,  può quindi facilmente essere traslato  come icona del Made in Italy.  La macchina espresso Colosseum è l’elemento che innova l’idea di bar, trasfigura il prototipo di macchina espresso come punto centrifugo dello spazio,  è unica al mondo, perché ha diverse modalità di estrazione del caffè. Gruppo a leva, estrazione solo manuale, un revival per l’effetto scenico, dove la pressione, massima all’inizio e bassa alla fine, da un caffè perfetto; gruppo E-61 a profilo variabile, permette all’operatore di utilizzare diverse miscele di caffè, oltre a caffè monorigine  estraendo sempre il meglio dal proprio prodotto; gruppo E-61 volumetrico, consente di quantizzare il volume del caffè desiderato; dripping coffee, per la prima volta integrata una vera è propria macchine per l’estrazione a filtro; due  macinini integrati posizionati agli antipodi della macchina permettono di utilizzare due miscele diverse e due gradi di macinatura idonei per le varie tipologie di gruppi.

Di notevole effetto visivo, completa, tecnologica, elegante, la macchina e la sua posizione al centro del bar, unitamente all’originalità del design degli interni del locale ne garantiscono il successo.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *