Tecnologia a 360°

L’ospitalità diventa Hi-tech. Nasce Hi Matic, il primo hotel automatizzato a Parigi. Pochissimo personale e tanta tecnologia. I Pad, Tablet Pc e distributori automatici per soddisfare ogni singola esigenza.

La tecnologia ormai fa passi da gigante e in Francia comincia a cambiare il concetto di ospitalità. Ideato dal designer Matali Crasset nasce il primo hotel automatizzato di Parigi, l’Hi Matic. La struttura di cinque piani si trova in Rue de Caronne, a due passi dalla Bastiglia, nel bel mezzo di un quartiere caratterizzato da gallerie di design e ristoranti. Inaugurato ad aprile, costituisce una vera e propria rivoluzione del concetto di ospitalità. Un hotel piccolo ed accogliente, solo 42 camere in una struttura totalmente priva di lusso ed eccessi, ma  semplice, moderna, dove tutto è ridotto all’essenziale, dove tutto è caratterizzato da un design minimalista. Un hotel diverso dal solito gestito con molta tecnologia e con soluzione ecologiche e polifunzionali!  Sebbene la struttura disponga di un piccolissimo staff, ogni esigenza o richiesta dei clienti è gestita e soddisfatta grazie ad una sofisticata forma di tecnologia. Le prenotazioni possono essere effettuate solo mediante internet, ad accogliere gli ospiti c’è un Ipad che consente loro di effettuare ventiquattro ore su ventiquattro il check in e il check out attraverso la digitazione dei codici d’accesso ricevuti  via mail al momento della prenotazione.

Anche per ordinare da mangiare si utilizzano Ipad e monitor touch screen sparsi qua e la che costituisco anche buona parte dell’arredo della struttura. Le camere tutte piccole e colorate sono state progettate per essere personalizzate, con degli arredi funzionali capaci di cambiare a seconda delle esigenze. Ogni camera è dotata di una struttura che funziona da scrivania e appendiabiti, e un materasso che di notte diventa un comodo letto, mentre di giorno un tavolo per pranzare oppure un confortevole divano per concedersi momenti di relax. Tutte le camere sono dotate di Ipad e connessione WiFi, e di spazi ad hoc per la colazione, dove vengono sistemati i vassoi con i cibi e le bevande. La hall è molto colorata ed è stata realizzata sfruttando ampi spazi caratterizzati con pareti di vetro, sulle quali è possibile trovare libri, musica, kit da viaggio e altro ancora, ideate per favorire al massimo la socializzazione degli ospiti. La sala ristorante dispone di tavoli e distributori automatici per scegliere e acquistare cosa mangiare.

L’Hi Matic è inoltre l’esempio tangibile di una tecnologia amica del pianeta, una struttura dove la tecnologia va a braccetto con l’ecosostenibilità!

Tutta la struttura è realizzata con materiali riciclabili, che rispettano l’ambiente e l’intero ecosistema, dalla vernice esterna ai materiali interni, dai prodotti per l’igiene del corpo a quelli per la pulizia degli ambienti, tutto è scelto nel pieno rispetto di una politica ecosostenibile.

Anche il cibo è di totale provenienza da agricoltura biologica!

I costi si aggirano su quelli standard della capitale francese, quindi non pensate che si tratti di un albergo economico, una camera costa 150 euro a notte, come sottolineato del resto anche sul sito ufficiale.

L’Hi Matic, è figlio del progresso, dell’innovazione e della tecnologia, è un modo innovativo e sicuramente rivoluzionario di applicare il concetto di ospitalità, che se è affascinante da un lato, dall’altro escludendo a priori la presenza di uno staff consistente, impedisce sicuramente l’interazione tra il personale ed i clienti. E se eviterà le file alla reception o le attese tra i tavoli imbanditi della sala colazione, o tra quelli del ristorante, escluderà anche i sorrisi, le attenzioni e la cortesia che uno staff qualificato di una struttura riesce a garantire ai propri ospiti. Senza contare che ridurre al minimo i membri dello staff, significa ridurre al minimo l’occupazione e la professionalità che ogni struttura che si rispetti dovrebbe assicurare ai propri clienti.

 

 

 

 

                                                            Katia Napolitano

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *