Vandemoortele, “Cliente e consumatore al centro”

Vandemoortele logoIl gruppo belga Vandemoortele, storico brand europeo per il mercato dei prodotti per la prima colazione, che dopo essere stato protagonisto negli anni scorsi di importanti operazioni di acquisizione aziendale, in occasione di Sigep 2017 ha presentato insieme ad alcune nuove linee di prodotti la strategia di comunicazione “Cliente e consumatore al centro” che si concretizza essenzialmente in una svolta negli investimenti mirati in marketing e comunicazione e in servizi di consulenza gastronomica per gli chef.
Per meglio comprendere la portata e la sostanza della strategia “Cliente e consumatore al centro”, abbiamo avuto il piacere di una chiacchierata con la Dott.ssa Lopez, Marketing Manager di Vandemoortele Italia a cui abbiamo fatto qualche domanda:

– Comiciamo da lontano: l’acquisizione di Lanterna nel 2012 e di Lag (nata dalla fusione di Lanterna e Agritech)nel 2015 sono da considerarsi due operazioni disgiunte oppure figlie di uno stesso progetto?
– Sono operazioni sostanzialmente separate. L’acquisizione di Agritech da parte di Lanterna è stato un progetto della vecchia proprietà in cui si sono ritrovati insieme due grandi interlocutori, uno del mercato delle focacce e pizze, l’altro del mercato del pane. Dopo qualche anno la proprietà della Vandemoortele ha pensato di entrare nel mercato italiano del pane, dove era già presente con la croissanterie, per diventare leader e lo ha fatto entrando dalla porta principale.
– Con quali obiettivi nasce la strategia “Cliente e consumatore al centro”?
– La strategia “ Cliente e consumatore al centro” è una strategia non solo italiana, ma si estende a livello di tutto il gruppo. Si concentra sul consumatore per cercare di offrire prodotti che soddisfino totalmente le sue esigenze, sia dal punto di vista del gusto dell’assortimento, sia del benessere fisico.
– Qual è, il valore aggiunto della strategia “Cliente e consumatore al centro” di Vandemoortele?
– La nostra nuova strategia nasce con la duplice valenza di essere molto più visibili sul mercato. Essendo Vandemoortele un btob ci da la possibilità di essere più visibili e offrire un servizio ai consumatori attraverso gli operatori di mercato, nostri clienti. Noi dobbiamo e vogliamo aiutare il nostro cliente a sfruttare al massimo il proprio cliente, in quanto essendo i nostri prodotti surgelati e precotti hanno bisogno di essere successivamente lavorati. Quindi il valore aggiunto si concretizza nello sviluppare un concetto culinary formando i clienti (con video ricette, formazioni con gli chef, blog e social media).
– Da circa un anno avete attivato diversi strumenti social, puntate ad una interazione più diretta con i vostri clienti?

Vandemoortele Mar Lopez Marketing Manager
Mar Lopez Marketing Manager Vandemoortele Italia

– Nel consumo fuori casa le vendite avvengono attraverso i distributori. Attraverso questi canali si deve arrivare al consumatore senza bypassare il proprio cliente. Si tratta di un modo più friendly per parlare di tendenze di consumo, di ricette, di gusti e al tempo stesso raccogliere tante informazioni per i nostri progetti di sviluppo.
– Con la campagna “Cliente e consumatore al centro”, mirate ad approcciare anche il canale food service? In che modo e con quali aspettative?
– Il food service è un canale storico di Agritech. Vandemoortele ha l’aspettativa di continuare il lavoro svolto precedente aggiungendo le attuali gamme di prodotto di crossainterie e prodotti alternativi (donuts, muffin, torte e via dicendo)
– Vandemoortele Italia, da sempre famosa per i croissant francesi al burro, i donuts, i muffin al Sigep ha presentato alcune novità di prodotto, ne arriveranno delle altre?
– Al Sigep abbiamo presentato tutta una gamma di specialità di pasta sfoglia fatte negli stabilimenti in Francia e Belgio, una linea di cornetti italiani con un modo molto salutistico (cereali, ricchi di fibre, vegani). Le focacce vegane; I panini premium, pani speciali fatti nei nostri stabilimenti in Provenza; Pan di cristallo, specialità tipicamente spagnola. Un prodotto molto innovativo: Pacrì, pane al burro di elevata qualità, nato dall’esigenza di creare una differenziazione di prodotto esprimendo un concetto di pane molto diverso da utilizzare in maniera alternativa al solito pane (come merendina ad esempio).
La strategia “Cliente e consumatore al centro” è definita e appena iniziata, quindi nei prossimi anni lavoreremo allo sviluppo di questa strategia, ovviamente con un’attenzione particolare a quelle che sono e saranno le esigenze (es. salutistiche) del momento, parimenti ai nuovi input che arriveranno dal mercato.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *