A il BonTà arriva anche il salame “light”!

IL BONTA’

Cremona, 6 novembre 2012 – Gusto e sapore ma al tempo stesso uno sguardo anche alla salute. Si sa che il salame classico, nelle sue molte varietà, frutto delle diverse tradizioni regionali, non è considerato certamente tra i cibi più leggeri e, men che meno, dietetici. Normalmente 100 grammi di salame corrispondono a oltre 400 calorie, ma forse è in arrivo una svolta per i buongustai che tengono sotto controllo la linea.

Ne avremo una prova durante la prossima edizione de il BonTà, il salone delle eccellenze enogastronomiche artigianali in programma alla Fiera di Cremona dal 10 al 13 novembre prossimi, dove per la prima volta verrà presentato il salame “light”. A produrlo è Vittorio Croci, macellaio di Pizzighettone (CR), con l’obiettivo di “creare un prodotto di alta qualità che al tempo stesso coniughi gusto, leggerezza e soprattutto salute”, come ci ha spiegato. “Il mio salame – continua il Sig. Croci – ha pochi grassi, poco zucchero, poco sale ma al tempo stesso un alto contenuto proteico. Le calorie? Solo 209 all’etto.”

La ricetta resta top secret, anche se il macellaio cremonese si lascia scappare che il contenuto è un “mix tra una parte della coscia del maiale e una parte del pollo”. E ci tiene a sottolineare che sarà una produzione molto limitata, ma chi vorrà assaggiarlo in anteprima potrà farlo a il BonTà. E se il gusto di questo nuovissimo salame “light” non dovesse soddisfare tutti i palati, i buongustai potranno sbizzarrirsi tra gli oltre 2.000 prodotti tra salumi, formaggi, paste, vini, dolci, confetture, e moltissime altre specialità provenienti da tutta Italia.

Saranno infatti oltre 140 gli espositori presenti al Salone di Cremona, e presenteranno le eccellenze agroalimentari da 51 province e 18 regioni italiane. Certamente ce ne sarà per tutti i gusti, anche considerando che oltre ai migliori prodotti enogastronomici nazionali, ci sarà spazio anche per 23 eventi collaterali, tra cui spicca la settima edizione del Cheese of the Year, il campionato mondiale di formaggi, che quest’anno vedrà in gara 56 produzioni casearie da 5 Paesi.

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *