Al via i corsi di formazione sull’analisi sensoriale delle uve.

VINIDEA

 

 

 

 

Vinidea (www.vinidea.it), società di servizi specializzata nella formazione ed aggiornamento professionale per i tecnici della filiera vitivinicola, ripropone anche quest’anno due momenti formativi focalizzati sugli aspetti qualitativi delle uve, in termini di corretta maturazione in funzione dell’obiettivo produttivo, e dei riflessi di questi sui vini che ne deriveranno.

 

Se, infatti, ribadire oggi che la qualità del vino si fa essenzialmente in vigneto appare banale e scontato (anche se forse questa affermazione rimane troppo spesso un’enunciazione di principio non sempre applicata nella realtà), gli strumenti per la valutazione di questa qualità in corso d’opera, ovvero durante la maturazione delle uve e poi al loro arrivo in cantina, non sono così diffusi e applicati come dovrebbero.

 

I cambiamenti in atto, sia a livello climatico, sia in termini di mercato ed evoluzione del gusto dei consumatori, impongono di saper adottare strategie differenti in funzione dell’obiettivo produttivo e del target di riferimento di ciascuna azienda.

 

Derivati dall’esperienza più che decennale in materia da parte dell’ICV di Montpellier (www.icv.fr), con cui Vinidea ha un accordo esclusivo di collaborazione a livello mondiale, i corsi sono già stati proposti con successo a partire dal 2001 in numerose regioni italiane (Piemonte, Veneto, Trentino, Emilia-Romagna, Marche, Abruzzo, Toscana, Lazio, Calabria, Sicilia), europee (oltre alla Francia, Catalunya, Jerez, Mancha, Rioja, Ribera del Duero, etc. in Spagna; Douro e Alentejo in Portogallo, Geisenheim in Germania) ed extraeuropee (Adelaide in Australia; California, New York State, Indiana, Washington State, Iowa, negli USA; Ontario in Canada; Rio Grande do Sul in Brasile).

 

Di seguito maggiori dettagli sui corsi in programma. Per ulteriori informazioni, consultare i siti www.vinidea.it o http://www.infowine.com/default.asp?scheda=9467, oppure contattare direttamente Vinidea ai recapiti sotto indicati.

 

Metodologia icv di analisi sensoriale delle uve – modulo Metodica (codice ICV01A)

La valutazione della qualità enologica dell’uva è un obiettivo fortemente ricercato sia dai tecnici viticoli, che devono potere avere a disposizione parametri oggettivi per indirizzare le scelte in vigneto, sia dagli enologi, che, sulla base delle caratteristiche dell’uva, devono adattare la tecnologia di vinificazione. La metodica di analisi sensoriale messa a punto presso l’ICV, ed applicata nella pratica da oltre 10 anni, rappresenta una risposta concreta all’esigenza di cui sopra. Grazie alla sua ripetibilità ed al costo ridotto, si sta affermando come tecnica di riferimento complementare alle analisi chimico-fisiche dell’uva (zuccheri, acidità, maturità fenolica ecc.). In particolare la metodica ICV permette di:

§  valutare con un’unica analisi le caratteristiche meccaniche degli acini, l’equilibrio tra zuccheri e acidità, la potenzialità aromatica, l’intensità e la qualità fenolica in funzione della localizzazione (buccia, polpa, vinaccioli);

§  individuare disequilibri nel grado di maturità delle diverse componenti dell’acino, segnalando situazioni di stress della vite ed aiutando a meglio valutare il momento della vendemmia;

§  quantificare ognuno di questi parametri in una scheda analitica, rendendo comparabili i risultati ottenuti in giorni, periodi ed annate diverse;

§  sintetizzare i risultati dell’analisi in una valutazione sintetica, di facile e pratico uso quotidiano.

 

Docente: Giuliano Boni, Vinidea.

La durata del corso è di circa 4 ore.

 

Metodologia icv di analisi sensoriale delle uve – modulo Applicazioni pratiche

(codice ICV01A)

Da molti anni l’ICV applica il metodo nelle proprie prove di vigneto, ed ha potuto così definire il peso delle diverse pratiche viticole sul profilo sensoriale dell’uva: potatura, inerbimento, dimensioni della parete fogliare, diradamento dei grappoli, ritardo della vendemmia.

Il corso, proposto per la parte parte introduttiva con la formula del video seminario, permette di rispondere alla domanda: “cosa si può fare in vigneto per modificare le caratteristiche sensoriali dell’uva?”, utilizzando come esempi didattici i risultati di prove reali:

§  andamenti dei valori dei descrittori durante il periodo di maturazione dell’uva;

§  influenza dei sistemi di allevamento, dell’età del vigneto, delle condizioni climatiche e delle tecniche colturali;

§  strategie viticole per l’ottenimento di uve maggiormente rispondenti agli obiettivi qualitativi fissati.

 

Un’altra delle applicazioni pratiche più interessanti dell’analisi sensoriale delle uve consiste nel contributo che può dare all’organizzazione della vendemmia: utilizzando la tecnica per valutare il potenziale qualitativo delle uve, è possibile definire degli obiettivi di maturità adeguati ad ogni tipologia di vino che si vuole produrre, e quindi impostare il calendario vendemmiale in funzione di questi stessi obiettivi. L’esperienza acquisita dall’ICV permetterà anche di tracciare dei profili di riferimento per i principali vitigni internazionali, definendo delle esigenze minime e il livello ottimale di maturità.

§  i profili standard per le differenti varietà: esigenze minime e maturità ottimale;

§  applicazione della metodologia: valutazione, definizione degli obiettivi di maturità, curve di maturazione e inizio della raccolta.

 

Docente: Giuliano Boni, Vinidea.

+ Video seminario (sottotitolato in italiano) di Jacques Rousseau, Responsabile Dipartimento Vignes et Vins – ICV Montpellier

La durata del corso è di circa 3/4 ore.


Date e Sedi:

 

sabato 28 agosto 2010, ore 9.00           ICV01A(*1)    La Colombina, Montalto Pavese (PV)

martedì 31 agosto 2010, ore 14.30        ICV01A(2)     Museo della vite, Piedimonte Etneo (CT)

mercoledì 1 settembre 2010, ore 9.00   ICV01A(2)     Centro Socio Culturale, Viagrande (CT)

venerdì 3 settembre 2010,          ore 9.00       ICV01A(*)     Sinergo, Nizza Monferrato (AT)

venerdì 3 settembre 2010, ore 14.30     ICV01K(*)     Sinergo, Nizza Monferrato (AT)

martedì 7 settembre 2010, ore 9.00      ICV01A(3)     Consorzio Prosecco, Solighetto (TV)

martedì 7 settembre 2010, ore 14.30    ICV01A(3)     Consorzio Prosecco, Solighetto (TV)

mercoledì 8 settembre 2010, ore 14.30 ICV01A(4)     ISVEA, Poggibonsi (SI)

venerdì 10 settembre 2010, ore 9.00     ICV01A(*)     Enocentro, Bussolengo (VR)

venerdì 10 settembre 2010, ore 14.30   ICV01K(*)     Enocentro, Bussolengo (VR)

venerdì 17 settembre 2010, ore 15.00   ICV01A (5)    AIAB Liguria, Riomaggiore (SP)

 

IMPORTANTE:

Modalità di partecipazione: per i corsi contrassegnati dall’asterisco (*) l’iscrizione può essere fatta direttamente on-line dal sito www.vinidea.it. In alternativa è possibile compilare il modulo disponibile sullo stesso sito ed inviarlo via fax a Vinidea (0523/87.63.40).

 

 

Per gli altri corsi, l’iscrizione va perfezionata direttamente presso la sede di svolgimento, e precisamente:

(1) Quota di partecipazione ridotta a 100 € (IVA inclusa) per dipendenti e titolari di aziende associate al Consorzio Tutela Vini Oltrepò Pavese

(2) Lab&Co, tel. 095 5187706 – fax: 095 691602, e-mail info@labetco.it, sito Internet: www.labetco.it

(3) Consorzio di Tutela del Conegliano Valdobbiadene DOCG tel 0438/83028 fax 0438/842700, e-mail filippo.taglietti@prosecco.it, sito Internet: www.prosecco.it. La sessione pomeridiana del corso sarà attivata solo ad esaurimento dei posti di quella mattutina

(4) Isvea, tel. 0577/981467, fax 0577/981190, e-mail info@isvea.it, sito Internet: www.isvea.it

(5) Il corso di viticoltura ed enologia biologica per viticoltori della zona Levanto/Cinque Terre è organizzato da AIAB Liguria; eventuali interessati di altre zone possono contattare la segreteria Vinidea (Tel. 0523 876423) per verificare la possibilità di partecipazione.

 

Termine di iscrizione: per ogni corso 3 giorni prima della data di svolgimento, o al raggiungimento del numero massimo di 30 partecipanti.

 

Quote di partecipazione: [relative ai corsi organizzati direttamente da Vinidea (*)]

ICV01A € 120 (IVA inclusa) 

ICV01K € 60 (IVA inclusa)

ICV01A + ICV01K € 150 (IVA inclusa) Pacchetto corsi codice ICV01X

 

 

 

 

 

 

ICV

 

Institut Coopératif du Vin (ICV), con sede principale a Montpellier, è un organismo privato che effettua la consulenza viticola ed enologica su oltre 15 milioni di hL, attraverso l’opera di circa 80 tecnici tra enologi ed agronomi, che effettuano anche un’importante attività di formazione per i propri associati. Vinidea ha il privilegio di poter proporre in esclusiva in Italia questi corsi. www.icv.fr

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *