Cantina Conti Faina, un palcoscenico di bellezza a Milano

GHEUSIS

Dopo aver sposato la “settima arte”, il cinema, durante il Milano Film Festival lo scorso settembre e il design, in occasione del Public Design Festival, la Cantina Conti Faina torna nel capoluogo lombardo per sposare un’altra arte: il teatro.

Martedì 24 maggio alle 18.30 l’azienda umbra sarà partner di uno speciale appuntamento al Teatro Franco Parenti di Milano.  L’evento si aprirà con la Cerimonia dei tre sassolini, un gesto simbolico per ricomporre passato presente e futuro di questo teatro e di questa arte.  450 invitati di altissimo livello prenderanno parte alla serata durante la quale le testimonianze di attori, registi,  artisti, pensatori, spettatori, poeti e non solo saranno filmate e costituiranno un nuovo video –capitolo, dodici anni  dopo Storia di un sogno ( Skira 1999) del volume Responsabilità del Sogno a cura di Gianni Valle ( Skira 2011) che sarà presentato nel corso della serata.

La scelta di appoggiare l’evento non è casuale. L’azienda di proprietà di Alessandro e Sebastiano Faina, oggi condotta dalla figlia di quest’ultimo, Angelica, ha un profondo legame con il mondo dell’arte.

Il vino ha incontrato all’interno di questa realtà aziendale la creatività e il genio artistico di anna Rosa Faina gavazzi, moglie di Sebastiano e madre di Angelica Faina. anna Rosa Faina gavazzi è un’artista di fama internazionale. Sua ad esempio “Expédition nocturne n° , l’opera alle spalle di Philippe Daverio nella trasmissione  Passepartout su Rai 3 e oggi  esposta  nel Museo Baracca di Lugo di Ravenna.

Quest’artista a tutto tondo, capace di esprimersi attraverso tecniche diverse, si ritrova in molti aspetti dell’azienda: nella scelta degli arredi dell’agriturismo, nella valorizzazione dei locali della cantina, ma anche nella promozione di mostre, filone inaugurato con l’esposizione “Presenze Ingombranti” e  che presto sarà sviluppato dall’azienda.

 

Ma la cantina aprirà anche un altro sipario: quello dei suoi magnifici locali a Collelungo San Venanzo. Domenica  29 maggio, dalle 10 alle 18,   in occasione di Cantine Aperte, la Cantina Conti Faina svela infatti la bellezza dello splendido Castello di Collelungo.  La cantina ancora oggi di proprietà  dei Conti Faina  è ospitata negli antichi locali di questo castello  che presenta ben 200 metri di gallerie sotterranee dedicate all’affinamento. La struttura, un’imponente costruzione del XIII secolo,   si trova a 15 chilometri dalla cittadina medievale di Todi  e a 40 da Perugia, all’interno della vasta tenuta che sin dal 1700 è di proprietà dei Conti Faina di Civitella dè Conti, un tempo già appartenuta ai Principi Borghese.

 

 

Ufficio Stampa Gheusis Srl  – Tel. 0422 928954 – info@gheusis.com

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *