Cantine aperte va in città

DIPUNTO STUDIO

È stata presentata lo scorso 6 maggio alla Feltrinelli di Napoli l’edizione 2010 di Cantine aperte, l’appuntamento annuale promosso dal Movimento Turismo del vino che quest’anno festeggia la maggiore età. Sono infatti 18 anni che l’ultima domenica di maggio le aziende vinicole aderenti all’iniziativa aprono le porte delle cantine ad un pubblico crescente di appassionati e curiosi. La sezione campana del movimento, guidata da Daniela Mastroberardino, festeggia l’anniversario con un evento in città il sabato precedente: il 29 maggio infatti, il Castel dell’Ovo ospiterà una degustazione gratuita dei vini delle cantine partecipanti in abbinamento ad una mostra multimediale dal titolo “Vino e Strumenti Musicali a Napoli nel Periodo Barocco” a cura di Francesco Nocerino. Una mostra interattiva che attraverso testi, immagini e suoni di strumenti musicali di epoca barocca offrirà nuovi spunti e suggestioni sul binomio vino-musica. La proiezione dimostra infatti che vino e strumenti musicali sono spesso abbinati nelle rappresentazioni artistiche del periodo, proprio per i continui rimandi reciproci ai cinque sensi. Corrispondenze dirette sono rintracciabili, ad esempio, tra le doghe dei bottai e le doghe dei mandolini napoletani e tra il tompagno utilizzato per chiudere la botte e il tompagno (termine che i nostri abili artigiani adoperavano per indicare la tavola armonica) dei clavicembali e delle spinette sui quali nel XVIII secolo si formarono musicisti del calibro di Domenico Scarlatti, Niccolò Jommelli, Giovanni Battista Pergolesi.

Il preludio di cantine aperte sarà l’occasione per presentare la seconda edizione di Facewine,  la guida tascabile delle cantine associate e di percorsi turistici alla scoperta di tutta la Campania. Sul fil rouge del Barocco, il turista riscoprirà, per ognuna delle cinque province, un monumento simbolo di quella stagione di fasti, due secoli irripetibili che videro Napoli, a quel tempo, capitale europea nelle arti, sfarzosa, estrosa e coinvolgente agli occhi dei tanti viaggiatori che se ne innamorarono.

 

 

Domenica 30 maggio via libera al wine-tour nelle cantine disseminate su tutto il territorio regionale: dalla provincia di Caserta al cuore dell’Irpinia, dal vesuviano alla Costiera Amalfitana passando per la provincia di Benevento. In ogni cantina un evento, in ogni evento il filo conduttore sarà ancora l’atmosfera Barocca.

 

In allegato l’elenco completo delle cantine che aderiscono all’iniziativa.

 

L’evento rientra nel Maggio del vino, il calendario di eventi a tema enogastronomico promossi dall’Assessorato all’Agricoltura della Regione e nel calendario di eventi culturali del Maggio dei Monumenti.

 

Informazioni:

Movimento Turismo del Vino della Campania

 tel. 081 7645566 

 

Ufficio stampa

dipunto studio

Tel.: 081 681505

www.dipuntostudio.it

info@dipuntostudio.it

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *