Donne del vino e regione del Veneto

GHEUSIS

Martedì 25 gennaio a Palazzo Ferro Fini, sede del Consiglio Regionale del Veneto, c’erano il Bardolino e il Soave, il Valpoliccella e il Piave e molte altre areee enologiche del veneto.

A rappresentarle le Donne del Vino del Veneto, sede regionale dell’Associazione che riunisce imprenditrici e produttrici che hanno fatto del vino la proria vita.

 

L’incontro, nato da un’idea del Presidente del Consiglio Regionale,  Clodovaldo Ruffato, e della Presidente regionale delle Donne del Vino, Nadia Zenato, aveva l’obiettivo di sancire la sinergia tra Regione del Veneto ed uno dei prodotti di eccellenza del territorio.

 

La collaborazione nei prossimi mesi potrebbe portare la presenza dei vini dell’Associazione Donne del Vino nell’ambito dei festeggiamenti per il 150 anniversario dell’Unità d’Italia, con l’obiettivo di diffondere la conoscenza dei vini veneti quale elemento della nostra cultura.

 

“Questa collaborazione” spiega la Presidente Regionale Nadia Zenato “per noi  Donne del Vino è un vero riconoscimento, sia per quanto riguarda il valore della nostra Associazione  sia per la qualità delle nostre aziende; inoltre questa collaborazione ci rende giustamente orgogliose, in quanto saranno i nostri vini più importanti, quali ad esempio Amarone e Lugana, a rappresentare il meglio dell’enologia veneta in un evento  così importante e prestigioso per la storia del Paese”.

 

Le Donne del Vino nella Regione Veneto contano circa 100 iscritte; una rappresentanza di esse ha partecipato alla visita del 25 gennaio a Venezia, iniziata con la visita a Palazzo Ferro Fini, proseguita al Teatro La Fenice e conclusasi con il pranzo all’Hotel Westin Palace Europa & Regina.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *