È abruzzese la migliore cantina d’Europa

GHEUSIS

E’ iniziata il 23 agosto la vendemmia dello Chardonnay, che si presenta  equilibrato, con una buona dotazione di zuccheri grazie alle giornate calde e soleggiate e le buone escursioni termiche, che hanno recuperato un inizio estate ritardato a causa delle temperature sotto la media. La vendemmia, però, non porta solo la raccolta delle uve ma anche un riconoscimento straordinario per tutta la regione: l’elezione di Cantina Tollo a migliore cantina cooperativa d’Europa, arrivata dalla casa editrice tedesca Meininger, la più importante di tutta la Germania per l’editoria specializzata, che nell’ultimo numero di Weinwirtshaft pubblica la classifica. Un risultato straordinario perché Cantina Tollo ha fatto vincere l’Italia davanti alla Francia ( distacco di 1 punto percentuale) e alla Germania ( 2,7 punti percentuali). Anche a livello nazionale la sorpresa è stata grande. Se nella classifica tra le prime 10 aziende a farla da padrone sono le cantine del Nord, con 4 cooperative dell’Alto Adige, 2 del Trentino e una in Piemonte, con Cantina Tollo il primo posto è tutto abruzzese, davanti anche a “gioielli” come l’altoatesina Cantina di Terlano o la trentina Cavit. La notizia era già stata annunciata a fine luglio ma nessuno pensava che la classifica riguardasse l’intera Europa, non solo l’Italia. La vittoria di Cantina Tollo dimostra ancora una volta che il nostro Paese ha tutte le carte per vincere il mito francese e che il Centro presenta eccellenze capaci di competere con veri e propri “modelli” di successo.

Il criterio di valutazione è stata la degustazione dei vini. Per ogni Paese sono stati degustati 175 vini e, cosa più importante, per tutte le fasce di prezzo. Cantina Tollo si è classificata al primo posto con un punteggio medio record di 88. Un risultato frutto del lavoro in cantina e in vigneto, seguendo con attenzione ogni fase della produzione, sia per le linee top che per la base. Un lavoro che ha portato in questi anni ad un vero progetto culturale, rivolto ai viticoltori, tanto che il socio che porterà le uve di migliore qualità  in questa vendemmia riceverà il premio “socio dell’Anno”, andato nelle prime due edizioni a Claudio Cretarola e a Maurizio Cavuto.

I presupposti per la vendemmia 2010 sono buoni. Dopo un inizio estate ritardato, ora il sole e il caldo stanno portando a perfetta maturazione le uve. Lo Chardonnay, la prima varietà ad essere vendemmiata, sarà destinata a produrre anche Settembrì,  primo vino dell’anno, “record” esclusivo di Cantina Tollo, che sbaraglia persino il Novello, per antonomasia il primo ad uscire. Settembrì è un vino pensato per salutare l’estate con un prodotto fresco, “appena colto”, il vino, infatti, uscirà entro il 27 settembre. Prodotto con uve Chardonnay 100% vendemmiate a metà agosto, dopo poche settimane esce sul mercato per permettere al consumatore di assaporare gli ultimi profumi dell’estate, grazie alle sensazioni floreali e fruttate. “Settembrì è un’esclusiva di Cantina Tollo. Il suo segreto è un’attenta selezione delle uve in vigneto e in cantina la vinificazione viene condotta riducendo il più possibile il contatto con l’ossigeno. “  Afferma il Direttore Giancarlo Di Ruscio.

Ottimo come aperitivo nelle ultime giornate calde, Settembrì è ideale in abbinamento al pesce.

 

 

 

Ufficio Stampa: Gheusis Srl – Tel. 0422 928954 – info@gheusis.com

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *