Fattori festeggia nuovi riconoscimenti internazionali

FATTORI

Tra questi vi è  la Medaglia d’Oro al Concorso Internazionale Mundus Vini al Sauvignon Blanc Vecchie Scuole 2011 e la Medaglia d’Argento all’Amarone della Valpolicella 2007 da Decanter World Wine Awards.

 

La Valpolicella e l’Amarone rappresentano la più recente tra le sfide intraprese dall’azienda. Un importante progetto dal punto di vista viticolo e  agronomico ma anche ambientale e storico. Esso infatti comprende anche il recupero dell’antica rocca sulla sommità del colle posta al centro di un triangolo ai cui vertici ci sono: la Rocca di Illasi, il Castello di Soave ed i resti di quello di Terrossa.

A premiare l’impegno dell’azienda vi sono i Due Bicchieri assegnati dal Gambero Rosso al Valpolicella Ripasso Col de la Bastia 2009. Alla sua prima uscita questo vino è stato ritenuto interessante dalla guida che lo ha descritto come  «profumato di frutto e note vegetali, che si dona fresco e armonioso al palato».

 

Da Wine Spectator giungono i 91 punti al Soave Motto Piane 2010 e gli 88 punti al Soave Danieli e IGT Veneto Bianco Roncha 2011. Anche The Wine Enthusiast aveva premiato lo scorso anno il Soave Motto Piane 2010 con lo stesso punteggio.

 

Intanto Società Agricola Fattori  si prepara ad una nuova annata di successi: «La vendemmia 2012, appena conclusa, è stata tosta, ma l’abbiamo affrontata, prima in vigneto e poi in cantina, con dedizione e cura senza limiti spiega Antonio Fattori -. Sono certo che anche il 2012 risulterà interessante, sicuramente particolare».

 

 

 

 

L’azienda

Con più di un secolo di storia, la Società Agricola Fattori oggi condotta dai fratelli Antonio e Giovanni, ha raggiunto in questi anni risultati importanti intraprendendo, al tempo stesso, nuove sfide.  Tra queste vi è quella di produrre in sintonia con l’ambiente, attraverso, ad esempio, l’utilizzo di tecniche a basso impatto in vigneto e sperimentando la produzione senza solfiti aggiunti.

 

Ufficio Stampa Gheusis srl – info@gheusis.com – 0422 928954

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *