Fipe, imprenditori stranieri solo se “governati”

FIPE

Gli immigrati sono una risorsa sia per il nostro paese, sia per i pubblici esercizi, ma non abbiamo certo bisogno di altre mafie. La guardia di finanza ha svolto un ottimo lavoro. Ben 38mila sono le imprese straniere nella ristorazione, più del 12% del totale. Di queste un terzo è nel nord est. Circa il 13%  è in mano ai cinesi.

“Affinché questi imprenditori immigrati” – ha detto Edi Sommariva, Direttore Generale della Fipe- Confcommercio – “siano una risorsa utile vanno ‘governati’ e assistiti per consentire loro di svolgere concorrenza leale all’interno del settore di attività. E’ proprio ciò che sta facendo  la nostra  Associazione Internazionale Imprenditori Stranieri”.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *