Il progetto Omukwano e l’Uganda protagonisti nel calendario Caffè River 2012

CAFFE’ RIVER
AREZZO – E’ uscito il nuovo calendario Caffè River 2012, interamente dedicato all’Uganda ed al progetto Omukwano.

E’ il 21° calendario di Caffè River che come da tradizione, sin dal 1992, dedica ad un paese straniero i 12 scatti del fotografo Giovanni Santi.

 

L’Uganda come non l’avete mai vista, riassunta in pochi ma intensi scatti, particolari inediti e misteriosi di una terra tutta da scoprire ed ancora così poco conosciuta. Una terra con mille difficoltà economiche che hanno indotto Caffè River ad ideare il progetto Omukwano.

Il progetto Omukwano nasce dalla volontà di Caffè River e di NUCAFE di cooperare per dare migliori opportunità agli agricoltori ugandesi e, al tempo stesso, di sviluppare un caffè di qualità superiore.

Omukwano, “amicizia” in Luganda, è il nome dato alla partnership tra Caffè River e NUCAFE e, al tempo stesso, al caffè prodotto in tale accordo. Omukwano rappresenta lo sforzo di molte persone in diversi paesi per favorire l’emancipazione dei coltivatori e ridurre il loro stato di povertà, cercando di creare un caffè di qualità molto più elevata rispetto agli standard consueti nel mercato.

NUCAFE ha come obiettivo quello di permettere ai coltivatori di caffè di ottenere maggiore valore dal loro lavoro e migliorare così la loro vita. NUCAFE ha quindi impegnato i coltivatori nelle loro rispettive organizzazioni a fornire caffè a Caffè River e ciò ha determinato un crescente interesse tra i coltivatori nel prendersi cura del raccolto per ottenere un caffè di qualità superiore.

 

Il presidente di Nucafe Gerald Ssendaula* in una sua dichiarazione si è detto lieto „di condividere con voi il calendario Omukwano 2012” e coglie l’occasione per „rigraziare i soci, lo staff e Caffè River per il duro lavoro e la dedizione per promuovere il caffè Omukwano”.

Per maggiori info: www.omukwano.com

 

 

* Il sig. Ssendaula è ora un appassionato coltivatore di caffè: in precedenza è stato Deputato e Ministro delle Finanze della Repubblica di Uganda.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *