Il sole dell’economia sorge nel mezzogiorno

GHEUSIS

L’economia del Paese riparte dal Sud, dalla visione dei Giovani Imprenditori calabresi che lanciano un appello ai colleghi di tutta Italia a sostenere e a collaborare per la realizzazione del loro progetto. << Vogliamo dire basta agli aiuti a pioggia ed ai contributi a fondo perduto che non hanno prodotto risultati positivi in 30 anni e che  anzi hanno incentivato le truffe ed il malaffare>> afferma il presidente Sebastiano Caffo, titolare dell’omonima Distilleria calabrese. Per i Giovani Imprenditori calabresi si basa sugli incentivi automatici la ricetta per attirare gli investimenti intercettati dai paesi che offrono condizioni migliori.  Tra gli elementi su cui puntare vi sono: la fiscalità di vantaggio  per le aziende sane che investono ed innovano, una corretta politica del credito da parte delle banche nei confronti delle imprese del sud, una burocrazia snella ed efficiente e un’affermazione piena della legalità che elimini  gli ostacoli alla libertà d’impresa nel Meridione. < – continua Caffo -. L’incertezza però non é causata solo dalle difficoltà della classe politica. Le cause più profonde della crisi economica vanno ricercate nella totale mancanza di una visione per il futuro del Paese >>.  I  Giovani Imprenditori calabresi sono convinti  che lo sviluppo debba necessariamente passare da un vero rilancio del Mezzogiorno, come dimostrato da un recente studio di Confindustria presentato all’ultima edizione del convegno “We Love Sud”, dove si è evidenziata la necessità di  puntare a una crescita annuale del  PIL del mezzogiorno che si aggiri intorno al 6%   per i prossimi 15 anni.

Nei giorni scorsi quindi i Giovani Imprenditori Calabresi hanno invitato a partecipare al loro comitato regionale gli aspiranti alla presidenza nazionale: l’attuale vice-presidente nazionale Jacopo Morelli e il presidente del gruppo di Torino Davide Canavesio.  <  abbiamo assistito ad una grande prova di maturità da parte di Jacopo Silva che, pur avendo tutte le carte in regola per poter aspirare alla presidenza nazionale, ha preferito non candidarsi sposando il progetto di Canavesio e mettendo la sua preziosa esperienza a disposizione della nostra associazione >> conclude Sebastiano Caffo.

Anche per questo motivo, pur auspicando che si arrivi entro fine febbraio ad una candidatura unica e condivisa, i Giovani Imprenditori calabresi hanno voluto fare una scelta per dare un segnale forte dal sud a tutto il movimento,  appoggiando in piena autonomia il progetto Canavesio-Silva che ha convinto per il suo essere innovativo e ricco di proposte concrete per un rilancio del ruolo dei giovani imprenditori Italiani.

SEBASTIANO CAFFO

PRESIDENTE GIOVANI IMPRENDITORI  CONFINDUSTRIA CALABRIA

Informazioni per la stampa:  Gheusis Srl – tel. 0422 928954 – Email: info@gheusis.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *