Non solo Siab. Veronafiere si conferma il primo polo internazionale del bakery

VERONAFIERE

Organizzato da Fippa, la Federazione italiana panificatori, panificatori pasticceri e affini, l’evento sarà l’occasione per parlare delle prospettive del comparto in uno scenario internazionale. Determinante il ruolo di Siab (Salone internazionale dell’arte bianca, in programma nel 2013) nella scelta di Verona come sede del meeting dell’Union Internationale de la Boulangerie, organizzazione che rappresenta oltre 300mila attività di panificazione, per un indotto che impiega più di 4 milioni di addetti.

Verona, settembre 2011. Verona si conferma la capitale mondiale dell’arte bianca. Dal 14 al 16 ottobre prossimi, infatti, Veronafiere ospiterà il congresso mondiale dell’Uib, l’Union Internazionale de la Boulangerie, che rappresenta oltre 300mila attività di panificazione nei cinque continenti, grazie alle quali origina un indotto che supera i quattro milioni di addetti. È la prima volta che l’organizzazione mondiale della panificazione sceglie l’Italia come Paese ospitante.

L’organizzazione è stata affidata alla Fippa, la Federazione italiana panificatori, panificatori pasticceri e affini, che rappresenta l’Italia all’interno di Uib, in collaborazione con Veronafiere. Al congresso internazionale saranno presenti oltre 50 delegazioni del comparto dell’arte bianca, provenienti da tutto il mondo, per un confronto sui temi comuni e le sfide che attendono il settore per i prossimi anni.

Fippa e Uib hanno scelto Verona come sede per il ruolo di capitale dell’arte bianca che da oltre 20 anni ricopre grazie a Siab, il Salone internazionale dedicato a pane, pasticceria, pizza e pasta, agli ingredienti e alle tecnologie connesse al comparto, in programma nel 2013 e che sarà anticipata da tour promozionali all’estero.

Diverse saranno le tematiche trattate dall’Union Internazionale de la Boulangerie, dalle questioni economiche alla formazione professionale, dal ricambio generazionale alle nuove frontiere di marketing e pubblicità. Una particolare attenzione sarà inoltre dedicata agli aspetti legislativi di natura comunitaria e alle dinamiche di mercato legate alla globalizzazione. «Alcune importanti sfide si giocano infatti sul piano dell’internazionalizzazione – osserva il presidente di Fippa, Franco La Sorsa -. Pensiamo ad esempio alle direttive e ai regolamenti comunitari, che sempre più spesso incidono sulle attività di impresa nei singoli Paesi dell’Unione europea, oppure ai flussi delle materie prime, che sempre più varcano i confini comunitari in entrata e in uscita. Ma proprio per l’attenzione che da sempre Veronafiere e Siab dedicano all’internazionalizzazione è stata scelta questa città come sede del congresso di Uib».

Nel corso dell’evento verrà consegnato il premio «Fornaio dell’anno», quest’anno assegnato allo statunitense Hans Nadler. Inoltre il 16 ottobre, ultimo giorno del congresso, Uib, Fippa e Siab celebreranno la «Giornata mondiale del pane».

 

Comunicato Stampa del  Servizio Stampa Veronafiere

Tel.: +39.045.829.82.42 – 82.85 – 82.90 – 83.14

Fax: +39.045.829.81.13

E-mail: pressoffice@veronafiere.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *