Per consolidare il ruolo di traino dei consumi, il fuoricasa investa su qualita’, redditivi

SAPORE RIMINI

Rimini, 19 febbraio 2011 – Il convegno di apertura di SAPORE 2011 (fino al 22 febbraio a Rimini Fiera) ha fotografato i consumi e il sistema delle imprese dell’Unione Europea grazie alla ricerca curata dal Centro Studi FIPE Confcommercio dal titolo “L’Europa al ristorante. Consumi e imprese”, illustrata dal direttore Paolo Sbraga.

 

Nel suo intervento introduttivo, l’On. Paolo De Castro (Presidente della Commissione Agricoltura al Parlamento Europeo) ha rimarcato la presenza, a SAPORE, di un sistema di imprese che invita all’orgoglio. “Non è solo una curiosità romantica – ha detto De Castro – perché parliamo di un mercato che ha la consistenza di 25 miliardi di euro per l’export, due volte il tessile, secondo solo alla meccanica. Quindi la leva economica è straordinaria, da potenziare consolidando il sistema, da arricchire con la capacità di lavorare insieme. Giustissimo porre attenzione alla qualità, che è necessaria ma non sufficiente; al centro deve esserci l’impresa e la sua redditività, la sola che garantisce investimento per l’innovazione”.

 

Aldo Cursano (Vicepresidente Vicario di Fipe Confcommercio) ha rimarcato il ruolo di magnete turistico per il territorio che vanta oggi l’enogastronomia. “Dobbiamo – ha sottolineato Cursano – evitare la caduta nell’appiattimento e nella banalizzazione, onorando i numeri di un patrimonio immenso che ha anche risvolti sociali. Occasioni come questa sono utili per riflettere sull’offerta e anche per stigmatizzare dannosi elementi di improvvisazione”.

 

Massimo Barbieri (Corporate Relations Mc Donald’s): “Per un gruppo che ha 10 milioni di clienti al giorno la qualità è centrale. Ci siamo caratterizzati per l’utilizzo di prodotti Dop e Igp nella nostra offerta e su questa strada intendiamo procedere, seguiti con attenzione dalle divisioni di altri Paesi. Certo, siamo diversi dalla ristorazione tradizionale, ma l’utilizzo di prodotti italiani tipici sta fungendo anche da spot per gli stessi, rendendo un marchio così noto come il nostro una sorta di ambasciatore del made in Italy”.

 

Federico Sarzi Braga (Direttore business unit San Pellegrino, gruppo che opera dal 1899 in 142 Paesi), ha posto l’accento sul valore aggiunto: “Per legge non possiamo toccare l’acqua, quindi la nostra ossessione è la qualità totale e l’attribuzione di un valore alla marca, comunicandola e rendendola sperimentabile sul punto vendita, e attribuire così valore a tutta la filiera”.

 

Paolo Radi (Vice Presidente Unilever): “Ci sforziamo di differenziare le linee di prodotto, mi riferisco in particolare al marchio Algida, perché nella GDO si è inasprita la competizione ed il rischio è di togliere valore aggiunto al marchio. Pensiamo più a nuove categorie differenziate per generare traffico negli esercizi, a creare legame con i consumatori, ad una esperienza di consumo più legata al valore e al momento sociale che al prezzo”.

 

Lorenzo Viganò (Direttore Vendite horeca Heineken, secondo player mondiale nel settore birra), ha sottolineato lo sforzo di formazione compiuto in favore dei gestori di pubblici esercizi: “Generiamo cultura sul punto vendita, comunicando il migliore utilizzo e quindi la migliore valorizzazione del prodotto. L’obiettivo è quello di far percepire tutto ciò anche al consumatore”.

 

Gianluca Volpi (Vice Direttore Federvini): “Promuoviamo lo stile mediterraneo, un patrimonio dell’umanità, perché vi troviamo tutte le peculiarità che ci rendono così appetibili ed apprezzati”.

 

Giuseppe Cuzziol (Presidente Italgrob) ha ricordato le frizioni causate dalla presenza degli stessi prodotti sia sugli scaffali della Gdo sia sulle tavole dell’horeca, ma anche la necessità di trasferire alla filiera una maggiore managerialità per sostenere e motivare concretamente il valore aggiunto dei singoli articoli.

 

 

COLPO D’OCCHIO SU SAPORE: Data: 19-22 febbraio 2011; Organizzazione: Rimini Fiera SpA ; Patrocini: Ministero Politiche Agricole, Alimentari e Forestali, Regione Emilia-Romagna, Provincia di Rimini; Periodicità: annuale; Ingresso: riservato agli operatori; Orari: 9.30-18.00; ultimo giorno 9.30-17.00. web: www.saporerimini.it; Project Manager: Orietta Foschi;  Info visitatori: infovisitatori@riminifiera.it 

 

PRESS CONTACT: servizi di comunicazione e media relation, Rimini Fiera SpA  +39-0541-744.510 press@riminifiera.it   
responsabile: Elisabetta Vitali; coordinatore ufficio stampa: Marco Forcellini; addetti stampa: Nicoletta Evangelisti Mancini, Alessandro Caprio;

media consultant: Cesare Trevisani, Andrea Cicchetti, Gaetano Belloni, Gabriele Pizzi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *