Silb: Si al divertimento sicuro, no agli afterhour

SILB-FIPE

«Noi da sempre ci siamo dichiarati contrari agli afterhour e non possiamo tollerare che siano proprio i Comuni, con autorizzazioni senza nessuna ragion d’essere, a contrastare i nostri sforzi volti a garantire un divertimento sicuro ai giovani».

Sono queste le dichiarazioni del presidente Silb-Fipe, associazione italiana imprese di intrattenimento da ballo e di spettacolo, Maurizio Pasca, dopo la morte del giovane fuori dalla discoteca di Pisa.

«I Comuni non prestano la stessa attenzione che prestiamo noi nei confronti degli afterhour. Nel certificato associativo che rilasciamo come Silb-Fipe – dice Pasca – facciamo divieto assoluto di organizzare questo tipo di spettacoli e c’è da chiedersi se i Comuni non concedano con troppa leggerezza i permessi per il loro svolgimento. In qualità di presidente dell’associazione ribadisco con forza e con la disperazione per la perdita di una vita umana il nostro impegno al contrasto di queste situazioni pericolose per i clienti dei locali notturni».

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *