Zero solfiti, progetto in rosso e soave “vintage”

AZIENDA AGRICOLA FATTORI GIOVANNI SRL

Da oggi Fattori non è solo Soave. A Vinitaly, infatti, l’azienda di Roncà presenterà i primi frutti del progetto Valpolicella: l’ Amarone e il Ripasso, ottenuti dai vigneti di proprietà, posti all’estremità orientale della denominazione, in comune di Montecchia di Crosara, sullo spartiacque tra la Val d’Alpone e la Val d’Illasi a 420 metri di altezza sul livello del mare. 

 

Al Soave, altro elemento identitario per l’azienda,  Fattori dedicherà due momenti speciali a Vinitaly. Si potrà anzitutto degustare il primo Soave Zero Solfiti aggiunti, il Soave Runcaris FreeWine. Questo vino è ottenuto con tecniche di criomacerazione, fermentazione prolungata a basse temperature e processi solo fisici e meccanici. Si è così eliminata l’aggiunta di anidride solforosa. Una risultato che avvicina le esigenze del  consumatore moderno, sempre più alla ricerca di vini naturali e salutari. 

 

Sarà, inoltre, l’occasione per presentare una provocazione. Fattori, infatti, proporrà in degustazione non solo il Soave dell’ultima annata ma anche il Motto Piane 2008 e il Soave Danieli 2009, dimostrando così la longevità di questo straordinario bianco.

Sarà, questa, l’anteprima di una tendenza che Fattori desidera lanciare per l’estate: non è vero che la degustazione verticale si può svolgere solo sui vini rossi, essa può essere estesa anche ai bianchi longevi, come il Soave.  Per i giornalisti interessati, dunque, dopo Vinitaly si potranno organizzare delle mini verticali con tre o più annate del prodotto.

 

L’azienda

 

Con più di un secolo di storia, la Società Agricola Fattori oggi condotta dai fratelli Antonio e Giovanni, ha raggiunto in questi anni risultati importanti intraprendendo, al tempo stesso, nuove sfide.  Tra queste vi è quella di produrre in sintonia con l’ambiente, attraverso ad esempio concimazioni organiche e  sperimentando anche nuove tecniche.

 

 

 

Ufficio Stampa Gheusis srl – info@gheusis.com – 0422 928954

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *