Enada 2008

DAL MONDO HORECA

Si è da poco conclusa nei padiglioni della Nuova Fiera di Roma la 36° edizione di Enada, Mostra Internazionale degli apparecchi d’intrattenimento e da gioco, organizzata da Sapar associazione nazionale di riferimento per il mondo dell’automatico. Tanti espositori nazionali ed esteri per aggiornare gli operatori del settore intorno alle più significative novità. Al centro dell’attenzione l’arrivo online degli Skill Games.

I padiglioni numero 3 e 4 della Nuova Fiera di Roma hanno ospitato dall’8 al 10 ottobre la più importante manifestazione italiana dedicata ai giochi. Imprese, prodotti e servizi  della filiera del divertimento esponevano la propria offerta ai visitatori di un po’ tutto il mondo. In effetti le cose sono andate piuttosto bene sul versante della partecipazione: 11.234 operatori professionali (il +6,0%  rispetto allo scorso anno), di cui 1.149 provenienti dall’estero (+12,7% nei confronti del 2007). La manifestazione si appoggia principalmente a SAPAR, associazione che da 45 anni tutela, dal punto di vista fiscale, sindacale e legale, la categoria e che raggruppa 1.500 fra produttori, rivenditori e gestori di apparecchi da intrattenimento. Un successo che si deve anche alle modifiche, apportate dagli organizzatori della Fiera di Rimini rispetto alle passate edizioni, concernenti la durata della manifestazione, portata da quattro a tre giorni, e la decisione di farla svolgere nei giorni centrali della settimana senza comprendere il week end. Come espositori erano presenti ben 200 aziende, per una cifra d’affari ormai prossima ai 50 miliardi di euro l’anno, che spaziavano dagli apparecchi di puro intrattenimento a quelli con vincita in denaro, passando per le compagnie protagoniste dei nuovi sistemi di gioco telematico. Un universo che ingloba new slot, videogames e simulatori,  apparecchi elettromeccanici di abilità, redemptions, flippers, juke box, video juke box, biliardi, calciobalilla, kiddy rides. E ancora, componenti hardware/software, cabinets, accessori e ricambi, sistemi per il trattamento e conteggio del denaro, distributori automatici di oggettistica, alimenti e bevande, gadgets, tecnologie, servizi, arredamenti e impianti di sicurezza per sale giochi, sale bingo, sale scommesse, internet point, bowling, attrezzature per parchi attrazioni, sistemi per la gestione dei nuovi giochi telematici denominati Skill Games. In effetti questi ultimi hanno rappresentato la novità di maggiore interesse della kermesse. La traduzione italiana è “giochi d’abilità” e consistono principalmente nel poker texas holden (quello trasmesso da alcune emittenti televisive e che ha incontrato un inaspettato successo di pubblico), black jack ed altre tipologie di divertimento fino ad oggi inibite dalla legge. AAMS ha concesso l’autorizzazione per la trasmissione in rete telematica di tale tipologia di giochi, eminentemente da casinò, con delle clausole specifiche che ne limitano il valore della puntata (da 50 centesimi fino a 100 euro) e ne regolamentano gli sviluppi online. Il gioco è organizzato in forma di torneo e la partecipazione è subordinata al versamento di una quota d’ingresso, con una vincita conosciuta all’inizio della partita. I risultati dei primi quattro mesi di test sono davvero incoraggianti per gli operatori: “Con giocatori che partecipavano solo per divertimento, – afferma Carlo Gualandri alla guida di GiocoDigitale, la prima azienda in Italia ad aver dato il via al gioco con moneta sugli Skill Games – senza versare denaro, abbiamo fatto disputare sulla nostra piattaforma circa 60 milioni di mani, per 1,5 milioni di tornei. La risposta da parte della gente è stata spaventosa. Il nostro obiettivo è toccare quota 100.000 conti attivi di gioco, ossia di iscritti che hanno versato denaro per giocare”. Enada 2008 propone anche momenti di riflessione sulle principali problematiche del mercato e sui suoi possibili sviluppi. Il giorno di apertura si è svolto il convegno “Le regole del gioco: trasparenza, controllo, responsabilità”, cui hanno partecipato il Presidente della Commissione Finanze della Camera on. Gianfranco Conte, Gabriele Ferrini ricercatore di Eurispes, Antonio Tagliaferri Direttore di AAMS, Cesare Guerreschi Presidente SIIPaC (Società Italiana di Intervento sulle Patologie Compulsive) e InfoAzzardo. Una ghiotta occasione per aprire la finestra su di un mondo che presto potrebbe catturare un numero considerevole di adepti. E allora non ci resta che lanciare nel piatto la pallina: rien va plus.

 

 

Stelvio Catena