Enada primavera e il business che non finisce mai

ATTUALITA’

Enada Primavera mostra internazionale degli apparecchi da intrattenimento e da gioco di Sapar organizzata come di consueto da Rimini Fiera con il patrocinio di AAMS, il supporto dell’associazione europea Euromat e la collaborazione di Ascob, Fidart, Anesv e S.I.CON. ha chiuso sabato 20 marzo 2011 i battenti sulla sua 23° edizione.

Anche quest’anno tutti soddisfatti della manifestazione che ha visto otto padiglioni del polo fieristico romagnolo ospitare 400 aziende fra dirette e rappresentate su una superficie di circa 40.000 mq. La manifestazione è stata visitata da 28.455 operatori professionali che anche se in calo (-1,4%) rispetto allo scorso anno sono la testimonianza che nonostante stia attraversando un momento di leggero rallentamento il mercato dei giochi è ancora vivo e vegeto come sottolineato anche nel corso della sua visita in fiera dall’on. Alberto Giorgetti, Sottosegretario al Ministero dell’Economia e Finanze con delega ai Giochi, il quale ha rassicurato gli operatori su alcuni fronti aperti quali il decreto sul contingentamento degli apparecchi e sulla realizzazione di un albo delle imprese della filiera del gioco, ed ha anche sottolineato il buon momento che continua ad avere la raccolta, tanto da ipotizzare per fine anno il superamento della soglia dei 70 miliardi di euro, nonché l’apertura del Governo verso una politica di incentivi orientati a innovazione e ricerca, senza mai dimenticare un impegno costante sulla prevenzione e cura delle ludopatie.

Quindi ancora conferme importanti dalla manifestazione di Sapar e del resto non poteva essere diversamente considerato che l’industria dei giochi continua a confermare valori economici di notevole importanza che nel 2010, con una raccolta  di 61,4 miliardi di euro hanno rappresentato il 4% del Pil nazionale. Dati in incremento confermati anche dalla raccolta di gennaio 2011.

Molto fitto il programma degli incontri organizzati durante la manifestazione.

Cash Game: nuovo mercato per il nuovo poker online convegno durante il quale è stato rilevato che il mercato del poker tournament è ormai saturo e tanti giocatori cominciano ad approcciare il poker cash, che in tutti gli altri paesi rappresenta il 75% degli introiti per i gestori.

Economia della concessione tra sala bingo e gaming hall durante il quale è stata ribadita l’importanza di regole più stringenti per le concessioni rilasciate dall’Amministrazione autonoma dei Monopoli di Stato e si è sottolineato come il calo della raccolta nelle sale bingo ha generato la richiesta di inserire almeno 15 videolotterie in ognuna, per mantenere vivo un business che rappresenta non solo un importante fenomeno di aggregazione sociale, ma che inoltre dà lavoro ad oltre ottomila addetti.

Di notevole interesse anche il convegno Nuovi giocatori: ecco come ’catturarli’. Il valore aggiunto del cliente ’chiavi in mano’ che ha visto la presentazione di un progetto dedicato alla creazione di un social network dedicato agli appassionati di scommesse sportive che amano confrontarsi e discutere su dritte e giocate.

La 23° edizione di Enada Primavera ha poi visto l’annuncio della firma di un protocollo d’intesa tra Anci – Associazione Nazionale Comuni Italiani e Sapar con lo scopo di diffondere un vademecum che riepiloghi la casistica dei rapporti fra impresa e comune, con un indirizzo sui comportamenti da tenere, così da rappresentare un utile strumento per districarsi nella miglior maniera possibile tra gli angusti meandri della burocrazia italiana.

Orgoglioso dell’ennesimo successo della manifestazione Raffaele Curcio, Presidente di Sapar che si dichiarato soddisfatto al 100% e per la buona affluenza di pubblico e per i contenuti di assoluto rilievo proposti.

Ottenuto un nuovo successo non c’è molto tempo per goderselo, è già tempo di cominciare a pensare ad una nuova grande edizione di Enada Roma.

 

                        

 

                                                                         Mino Compagno