Flos Olei 2018

Flos OleiSabato 9 dicembre sarà presentata a Roma al The Westin Excelsior di via Veneto Flos Olei 2018, la nona edizione della Guida dedicata alla produzione olivicola considerata la più importante pubblicazione di settore a livello globale. Parliamo di una “Bibbia dell’Olio” in doppia lingua (italiano e inglese) che recensisce ben 500 aziende d’eccellenza provenienti dai 5 continenti, per un totale di 51 Paesi. Una panoramica sulla produzione olivicola che va dall’Europa alle Americhe, dal Nord Africa al Medio Oriente, spingendosi fino in India, Nepal, Cina, Giappone, Australia e Nuova Zelanda. Giunta alla nona edizione, Flos Olei continua ad allargare lo sguardo sul panorama olivicolo mondiale, mantenendo l’originario, ambizioso obiettivo di portare freschezza ed energia all’interno del contesto editoriale del settore oleario. Flos Olei recensisce 935 oli, tutti degustati da un panel di esperti assaggiatori coordinati dai due curatori della Guida, Marco Oreggia, che ne è anche l’editore e Laura Marinelli. Si tratta di un testo unico nel suo genere e particolarmente completo, in quanto oltre alle schede aziendali con dati di produzione e abbinamenti gastronomici, comprende informazioni storiche e culturali dei differenti Paesi olivicoli, cultivar tipiche, cartografie e aree tutelate da denominazioni, oltre a degli approfondimenti tecnici sulla tecnica di degustazione e sui prezzi dell’extravergine, e a dei suggerimenti tecnici sulla sua corretta conservazione e un approfondimento sul valore economico del comparto.
Diversi i riconoscimenti attribuiti dalla guida. Per quanto riguarda la The Best 20, la classifica dei migliori oli extravergine in circolazione quest’anno a fare la voce grossa è l’Italia, con ben 12 premi, cominciando dal prestigioso titolo di Azienda dell’Anno attribuito all’Azienda Agricola Biologica Americo Quattrociocchi, per proseguire poi con i 3 riconoscimenti di Azienda Emergente, alla pugliese Crudo – Schiralli, di Azienda di Frontiera, alla lombarda Comincioli, e di Azienda del Cuore, alla pugliese Donato Conserva. L’Italia domina anche nei premi di categoria, con ben 8 titoli, seguita dalla Spagna, a quota 6 riconoscimenti tra i quali quello, ambitissimo, di Migliore Olio Extravergine di Oliva dell’Anno prodotto dalla andalusa Castillo de Canena Olive Juice. Chiudono il cerchio Croazia e Cile con un riconoscimento a testa. Alla The Best 20 si accompagnano il Premio Speciale Cristina Tiliacos, assegnato all’Oil Bar Caffè del Mercato Centrale di Livorno, il Premio Ristorante dell’Anno, vinto dal Danì Maison di Ischia con lo chef Nino Di Costanzo, e quello di Importatore dell’Anno, attribuito a Heinrich & Karin Zehetner dell’austriaca ZES – Consulting GmbH.
Flos Olei può essere considerato come uno strumento di conoscenza e divulgazione del meglio delle realtà produttive di tutto il mondo che vuole entrare nelle case dei consumatori, sia nei paesi tradizionalmente produttori, sia in quelli in cui non si produce ma si consuma solamente. Si propone come mezzo di informazione, completa e trasparente, utile tanto per gli appassionati e neofiti di tutte le età quanto per gli esperti: produttori, importatori, distributori, tecnici. Attraverso l’assaggio e la selezione di migliaia di campionature i curatori portano a conoscenza del lettore le migliori aziende produttive a livello mondiale, guidandolo nella scelta orientata all’eccellenza e nella scoperta che sono ormai abbattute le frontiere della qualità e che si ottengono ottimi risultati produttivi in tutti e cinque i continenti. Anzi si contano, tra i paesi olivicoli, anche colossi economici inaspettati come Cina, Giappone, Brasile, India.
Le 876 pagine di Flos Olei sono stampate su carta FSC, una certificazione internazionale che attesta l’utilizzo di carta proveniente da foreste impiantate esclusivamente per uso editoriale e che testimonia l’attenzione degli autori per l’ambiente.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *