Ciro Salvo, ancora riconoscimenti

Ciro SalvoCiro Salvo classe 1977, maestro pizzaiolo e patron di 50 Kalò locale in Piazza Sannazaro a Napoli conquista altri successi. Ciro nasce praticamente con le “mani in pasta”, sin da piccolo gioca con farine, acqua e pomodoro nella pizzeria aperta da sua nonna a Portici nel 1968. Li si forma e impara l’arte. L’esperienza di tre generazioni di pizzaioli si arricchisce di tanto studio, tecnica e ricerca per un prodotto eccellente. Ciro seleziona le farine, le sente tra le dita, le sceglie a basso tenore proteico. Aggiunge acqua, tanta acqua, fin quasi al limite della lavorabilità. Il risultato è un impasto unico, soffice, leggero, altamente digeribile e dal gusto sorprendente. Gli ingredienti di primissima qualità, scelti con cura quasi maniacale – dall’olio extravergine d’oliva ai migliori pomodori e latticini campani -, la meticolosità per ogni passaggio e il grande amore per il suo lavoro, rendono la sua pizza un prodotto incredibile. Sull’impasto Ciro Salvo ha costruito la propria identità di pizzaiolo: il suo impasto è il risultato di vent’anni di studio, ricerca e sperimentazione e si distingue da sempre per l’altissima idratazione e la lunga lievitazione, circa 24 ore. Il suo costante lavoro lo porta a raccogliere continuamente riconoscimenti dalla critica gastronomica.
Recenti sono quelli ricevuti dalla Guida di Identità Golose 2017, che lo definisce un grande innovatore e ne vanta la capacità imprenditoriale, e quello della Guida Michelin 2017, che definisce il suo locale una pizzeria trendy e la inserisce tra le migliori d’Italia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *