Italo Vezzoli è il Miglior Panettone Innovativo

Re PanettoneItalo Vezzoli della Pasticceria In Croissanteria della provincia di Bergamo è il Miglior Panettone Innovativo secondo la giuria di esperti di Re Panettone Napoli riunitasi al Grand Hotel Parker’s di Napoli in occasione della seconda edizione della kermesse che celebra il panettone artigianale. Si tratta di un’occasione unica per conoscere, degustare e acquistare il meglio della produzione nazionale, solo panettoni artigianali d’eccellenza, realizzati secondo metodi produttivi rigorosi, senza conservanti, semilavorati e additivi industriali. Il percorso espositivo di Re Panettone prevede anche un wine bar curato dall’Associazione Italiana Sommelier, Delegazione di Napoli, dove è possibile degustare, in abbinamento ai panettoni, una selezione di vini dolci, passiti e spumanti del Consorzio di Tutela dei Vini del Sannio e i distillati della Trentina Distilleria Marzadro. Sul podio di Re Panettone, sono saliti anche due eccellenti pasticcieri campani: Vincenzo Mennella della Pasticceria Mennella di Torre del Greco e Aniello Di Caprio della Pasticceria Lombardi dal 1948. Venticinque i pasticcieri in gara, provenienti da tutta Italia, dalla Valle d’Aosta alla Puglia con una nutrita presenza di artigiani campani, si sono contesi l’ambito riconoscimento, ognuno dei quali impegnato nella realizzazione di un panettone “innovativo”, ovvero che si distinguesse dalla ricetta classica.
La giuria, presieduta dallo chef Antonio Tubelli e composta dall’attore Patrizio Rispo, dai giornalisti Santa di Salvo e Vincenzo d’Antonio, dallo chef Eduardo Estatico e dalla scrittrice e food blogger Benedetta Gargano, ha esaminato “alla cieca” 25 panettoni, tutti rigorosamente artigianali e fedeli al disciplinare di Re Panettone. I parametri di valutazione hanno tenuto conto di: esame visivo esterno, esame visivo interno, esame olfattivo, esame gustativo/retrolfattivo/tattile, indice di innovatività.
Gli allievi dell’Istituto Alberghiero Vittorio Veneto di Napoli hanno curato il servizio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *