Un vademecum per la mela Bio Val Venosta

CURIOSITA’

I produttori della gustosissima mela Bio Val Venosta si segnalano ancora per un’iniziativa diretta ad una sempre più precisa informazione del consumatore.

 

Che sia marketing o che sia semplicemente un’idea per tutelare ulteriormente il marchio IGP di cui si sono “fregiati” poco importa, quello che importa è che si sono fatti ulteriori passi avanti verso l’obbiettivo dell’informazione del consumatore che è sempre più importante in un mercato dove l’attenzione per la  sicurezza e la qualità di ciò che arriva sulle nostre tavole e le battaglie per la tutela dell’ambiente procedono ormai a braccetto. Parliamo  di mele, del frutto proibito, quel frutto che secondo il racconto della Genesi sarebbe stato, in quanto simbolo della disobbedienza dell’uomo verso Dio, causa diretta dell’allontanamento dal Paradiso terrestre di Adamo ed Eva, e causa indiretta della nascita dell’umanità. Ebbene i produttori di mele della Val Venosta, il lembo di terra più occidentale della provincia di Bolzano che dal Passo di Resia, dove si trova la fonte del fiume Adige, porta fino a Merano, in una realtà dove le tematiche legate all’ambiente e alla sua tutela sono già fortemente considerate, dove la maggior parte  delle  cooperative che riuniscono i produttori  si sono dotate di un impianto fotovoltaico che consente loro di  risparmiare una grande parte dell’energia impiegata per la preparazione e lo stoccaggio delle mele, riducendo le emissioni di CO2 di circa 4.680 tonnellate,  si sono inventati per il loro prodotto una confezione particolare che è un vero e proprio vademecum informativo. Il nuovo packaging racchiude infatti in un elegante ed esclusivo vassoio in legno, 6 mele biologiche di varietà differenti. Le mele biologiche della  Val Venosta sono coltivate secondo le direttive della produzione biologica grazie alla quale si riesce a garantire la totale assenza di interventi e di trattamenti con sostanze chimiche di sintesi.

Oltre a frutti di diverse varietà, sul fondo del vassoio un leaflet informativo che  oltre a ricordare il famoso motto “una mela al giorno toglie il medico di torno”, espone in tre lingue diverse le caratteristiche di ciascuna mela e il loro utilizzo migliore. A completare la confezione una brochure, che presenta le  10 varietà più note di mele Val Venosta corredata da una sorta di misuratore di gusto che identifica le mele, dalla più dolce alla più aspra. Il nuovo pack è innovativo anche nella scelta dei materiali che vedono l’utilizzo di legno e carta riciclati e completamente biodegradabili.

Unico inconveniente è che per il momento i vassoi sono reperibili presso dei piccoli esercizi del Trentino-Alto Adige, anche se è probabile che a breve si possano trovare anche altrove.

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *